• Articolo Milano, 30 novembre 2011
  • L'etichetta energetica contiene alcune novità

    L’Europa accoglie la nuova Energy Label universale

  • Consumo energetico, idrico e rumorosità espressa in decibel. Questi alcuni dei parametri che i produttori dovranno obbligatoriamente riportare sulle etichette dei grandi elettrodomestici

(Rinnovabili.it) – Entrano oggi in vigore le nuove etichette che classificano la classe energetica degli elettrodomestici. Grazie all’informazione diffusa dall’Istituto italiano del Marchio di Qualità, che per l’occasione ha organizzato un convegno il prossimo 25 gennaio, i consumatori potranno meglio capire obiettivi e novità dell’energy label.

Una delle maggiori novità è l’incremento delle classi energetiche di appartenenza che non si fermeranno più alla A ma includeranno anche la classe A+, A++ e A+++ fino ad un massimo di 7 classi totali. In questo modo sarà identificabile al meglio la classe energetica di appartenenza con specifiche tecniche più dettagliate circa l’efficienza degli elettrodomestici.

Quello che non cambia nelle etichette sono i colori: il rosso rimane per evidenziare i prodotti meno performanti mentre i più ecologici saranno sempre contrassegnati da frecce verdi, in modo che in Europa si possa parlare una sola lingua energetica, universale e per questo comprensibile da ogni consumatore.

Un’ulteriore novità consiste nell’indicazione, per alcuni apparecchi, del consumo in stand-by oltre che il rumore dell’apparecchio in funzione. Frigoriferi, lavatrici, lavastoviglie e televisori saranno quindi classificati seguendo classi energetiche che dalla A+++ arrivano alla D. Accanto al consumo energetico espresso il kWh per i frigoriferi i produttori saranno obbligati a riportare in etichetta la capacità in litri dei vari scomparti del congelatore e l’emissione del rumore generato. Per le lavatrici il discorso è analogo con l’aggiunta del consumo annuale di acqua calcolato su circa 220 cicli di lavaggio standard. Anche per le lavastoviglie i pittogrammi indicheranno il consumo medio annuale e non più quello del singolo lavaggio oltre alla classe di efficienza in fase di asciugatura, la rumorosità, la capacità espressa in numero di coperti lavabili  e infine la potenza in modalità on e off. Altra sotria per i televisori che dovranno esprimere i consumi in modalità acceso in watt e il consumo annuo espresso in kWh/anno.

E proprio in occasione dell’entrata in vigore della nuova etichetta il WWF ha lanciato una simpatica iniziativa che coinvolgendo i consumatori vuole sensibilizzare e informare per ottenere la diffusione di elettrodomestici sempre più efficienti. Seguendo le istruzioni pubblicate sul sito Topten i consumatori potranno partecipare all’iniziativa grazie alla quale, fotografando le etichette energetiche si potrà partecipare al concorso “Caccia all’etichetta energetica” che mette in premio un elettrodomestico performante.