• Articolo Seoul, 6 dicembre 2017
  • La mega batteria della Hyundai sfida quella australiana della Tesla

  • L’impianto dovrebbe vedere la luce a febbraio 2018 ad Ulsan, in Corea del Sud. Aiuterà uno stabilimento di fusione dei metalli a tagliare la bolletta energetica

mega batteria

 

Una nuova mega batteria da Guinness dei primati

(Rinnovabili.i) – Tesla detiene il record mondiale per il sistema d’accumulo a batterie al litio più grande al mondo. Ma si tratta di un primato destinato ad essere velocemente battuto. A sfilarlo dalle mani di Elon Musk potrebbe essere a breve la Hyundai Electric & Energy Systems Co. che ha annunciato in questi giorni i lavori in patria per una nuova mega batteria. L’impianto dovrebbe vedere la luce a febbraio 2018 ad Ulsan, vicino alla costa sud-orientale, nei pressi della raffineria di Korea Zinc, compagnia attiva nella produzione e vendita di metalli non ferrosi. Una volta a regime, con i suoi 150 MW di potenza, la centrale dovrebbe aiutare l’azienda coreana a rendersi autosufficiente e risparmiare sull’ingente bolletta elettrica annuale (circa 270 milioni di dollari). Ma soprattutto, la nuova mega batteria al litio sarà del 50 per cento più grande del sistema di storage firmato dalla Tesla, assicurandosi il record mondiale.

 

>>Leggi anche Musk vince la scommessa: 93 giorni per il mega impianto di storage<<

 

Il progetto richiede un investimento di quasi 45 milioni di dollari, ma il governo sudcoreano ha predisposto generosi incentivi per gli attori industriali disposti a includere nella propria alimentazione fonti rinnovabili e accumulo energetico.

Aiuti a parte, la tecnologia dell’energy storage sta finalmente premendo l’acceleratore e progetti su larga scala stanno ormai diffondendosi in ogni parte del mondo. “Musk ha stabilito un punto di riferimento in merito alla velocità con cui sia possibile installare e mettere in servizio una batteria di queste dimensioni”, spiega Ali Asghar, un associato senior di Bloomberg New Energy Finance (BNEF).

 

>>Leggi anche Mercato dell’accumulo energetico, raggiungerà i 305GWh nel 2030<<

 

I prezzi delle batterie sono crollati di quasi la metà dal 2014 a oggi, un calo in grado di rendere questa soluzione energetica “un’opzione mainstream convincente per applicazioni di immagazzinamento dell’energia in molte aree del mondo – continua Asghar – e progetti ancora più grandi di quelli di Tesla sono attualmente in costruzione”. Entro la fine del 2017, il settore dovrebbe aver completato a livello mondiale 1.650 megawatt di nuova potenza per le batterie agli ioni di litio. Ossia quattro volte quella installata nel 2016.

>>Leggi anche Accumulo stazionario: a che punto siamo in Italia?<<

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *