• Articolo L'Aquila, 24 gennaio 2013
  • Ben 38.000 mq di energie rinnovabili

    Nasce il polo logistico del freddo alimentato da sole e acqua

  • La Solis ha recuperato un’intera area industriale dismessa in Abruzzo realizzandovi un parco logistico del freddo energeticamente autonomo

(Rinnovabili.it) – Su un’area industriale dismessa di ben 38.000 mq, nella abruzzese Val di Sangro, sta prendendo forma Solis Green Log il primo polo logistico del freddo energicamente autosufficiente grazie alle tecnologie verdi. Il progetto è frutto della Solis, la cui divisione Ricerca&Sviluppo ha studiato e realizzato un parco tecnologico in grado di soddisfare le sue esigenze affidandosi unicamente alle prestazioni del fotovoltaico  e della cogenerazione.

 

Oltre  poter contare su un impianto solare da 1 MW, realizzato a copertura del capannone industriale e sulla pensilina metallica, la società ha istallato un sistema di cogenerazione che produce freddo attraverso un assorbitore. “L’energia dell’acqua calda, proveniente da una fonte naturale presente all’interno della struttura, – spiega la Solis in una nota stampa – viene invertita dall’assorbitore che la trasforma in fredda. Poi, grazie ad un articolato sistema di raffreddamento tramite gas, l’accumulo di liquido freddo viene massimizzato nei momenti di maggiore produzione energetica”.

 

Per contenere i consumi i progettisti hanno adottato soluzioni ad alta efficienza per tenere sotto controllo la dispersione energetica dovuta all’apertura automatica delle porte degli spazi frigoriferi, prevedendo anche l’impiego di luci LED per non contribuire al riscaldamento delle aree fredde. Gli accorgimenti non solo rendono il polo capace di tagliare l’80% dei normali costi associati al l’impiego dell’energia, ama anche di essere totalmente autosufficiente. A completare il quadro colonnine di ricarica (alimentate dal sole) per fare al pieno ad una flotta rigorosamente elettrica.