• Articolo Bruxelles, 15 novembre 2011
  • Riflettori puntati sul GaN

    Più efficienza energetica per ICT e inverter

  • L’Unione Europea finanzia un progetto di ricerca per migliorarle prestazioni dei transistor

(Rinnovabili.it) – Rendere i convertitori energetici impiegati nelle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) e negli inverter fotovoltaici più compatti, potenti ed efficienti. Questo l’obiettivo dl nuovo  progetto europeo che vede coinvolti ricercatori provenienti da Belgio, Germania, Italia, Austria e Slovacchia. L’HIPOSWITCH project, che ha ricevuto un finanziamento di oltre tre milioni di euro dal Settimo programma quadro (7 °PQ), si concentrerà su un componente chiave per convertitori elettronici: i transistor, ovvero quei dispositivi a semiconduttore in grado di portare la corrente continua e alternata alla tensione effettiva utilizzata dai diversi sistemi.

La sfida degli scienziati di oggi è riuscire a sviluppare moderni sistemi di conversione energetica  che consumino meno energia producendo al tempo stesso maggiori out-put e proteggendo le risorse naturali. I ricercatori di HIPOSWITCH si stanno concentrando sul nitruro di gallio (GaN) come componente base dei transistor al posto del più comune silicio, per valutarne benefici e prospettive di utilizzo. Grazie al GaN, i dispositivi sono in grado di operare a frequenze significativamente più alte senza soffrire di grandi perdite di commutazione. Gli scienziati hanno anche sottolineato come un aumento della frequenza di commutazione abbia conseguenze aggiuntive per i componenti passivi, come la riduzione del volume degli induttori. Pertanto, utilizzando come materiale il nitruro di gallio l’intero sistema diventa più piccolo e leggero. Il progetto riunirà partner esperti nella tecnologia automobilistica, e nei sistemi di alimentazione elettronica e coprirà l’intero catena del valore aggiunto, dallo sviluppo del dispositivo di alimentazione alle applicazioni industriali.