• Articolo Roma, 4 aprile 2012
  • Mauro Spagnolo ospite della trasmissione RAI illustra nel dettaglio le tecnologie pulite

    RAI”Occhio alla spesa”: rinnovabili e risparmio energetico

  • Fotovoltaico, eolico, geotermico ed idroelettrico: un interessante approfondimento sulle tecnologie rinnovabili e sul risparmio energetico, valore aggiunto del “Bel Paese”.

(Rinnovabili.it) – Le fonti rinnovabili si rendono protagoniste della puntata di questa mattina della trasmissione RAI “Occhio alla Spesa”, alla quale ha preso parte anche il direttore di Rinnovabili.it, Mauro Spagnolo. Dopo la pubblicazione dell’ultimo Rapporto di Legambiente sui “Comuni Rinnovabili 2012”, l’Italia con i suoi  41.000MW installati, si conferma quale grande produttore di energia rinnovabile, affermandosi in particolare nel settore del fotovoltaico. Un argomento più che mai attuale quello dell’energia pulita, che sta prendendo piede in molti settori produttivi, spaziando dalla mobilità sostenibile, alla produzione elettrica industriale, senza dimenticare il fondamentale settore delle costruzioni. Fotovoltaico, geotermico, eolico ed idrico, sono termini entrati a far parte del lessico comune, ma in cosa consiste realmente questa tecnologia?

Per approfondire l’argomento e trasferirlo dal piano tecnico al piano pratico rendendolo accessibile a qualsiasi tipo di utenza, Mauro Spagnolo, in qualità di esperto di efficienza energetica, ha illustrato in trasmissione il funzionamento delle singole fonti energetiche rinnovabili, soffermandosi sulla loro applicazione in ambito domestico. Dal più conosciuto fotovoltaico, fino all’energia geotermica, soffermandosi sul valore assoluto determinato dal risparmio energetico.

“Il risparmio energetico è uno degli elementi più importanti per raggiungere il target che ci siamo prefissati in vista del 2020” ha affermato Spagnolo, ricordando che per essere davvero efficace, la produzione energetica pulita, deve necessariamente accompagnarsi ad una politica di contenimento dei consumi, per ridurre al minimo la nostra dipendenza energetica.