• Articolo Roma, 10 dicembre 2018
  • Riqualificazione energetica condomini, l’App Enea facilita la vita

  • L’applicazione nasce con l’obiettivo di supportare i tecnici e i responsabili per l’analisi della vulnerabilità energetica-strutturale degli edifici condominiali

Riqualificazione energetica condomini

 

 

Condomini+ 4.0 è l’applicativo gratuito per facilitare la riqualificazione energetica dei condomini

(Rinnovabili.it) – Le ultime rimodulazioni dell’ecobonus per l’edilizia hanno introdotto significativi vantaggi in tema di riqualificazione energetica dei condomini. Per effetto della legge di Bilancio dello scorso anno, gli edifici condominiali posso usufruire fino al 2021 della detrazione IRPEF per i lavori di risparmio energetico con aliquote: del 70% nel caso di interventi che riguardino anche l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’immobile stesso; del 75% se l’intervento migliora la prestazione energetica invernale ed estiva. Il provvedimento ha anche introdotto, tra le altre cose, la perizia obbligatoria degli edifici come misura sine qua non poter ottenere l’ecobonus.

 

Per aiutare tutti i tecnici e i professionisti abilitati alle valutazioni, Enea mette a disposizione una nuova App gratuita per l’analisi della vulnerabilità energetica-strutturale. Il software, realizzato in collaborazione con la società Logical Soft, si chiama Condomini+ 4.0 ed è stato creato con l’obiettivo di facilitare la misurazione dei consumi energetici e delle caratteristiche strutturali degli edifici condominiali. Spiega Nicolandrea Calabrese, responsabile del laboratorio ENEA di Efficienza energetica negli edifici e sviluppo urbano “Condomini+4.0 è una vera e propria procedura sotto forma di app che indica le soluzioni tecnologiche più sostenibili per mettere in sicurezza e migliorare le prestazioni energetiche delle strutture residenziali. La riqualificazione del patrimonio residenziale esistente e la ripresa nel settore dell’edilizia passano per i condomini, che in Italia secondo i dati Istat sono circa un milione e coinvolgono oltre 10 milioni di famiglie”.

 

 

Come funziona l’applicazione? Basta inserire le informazioni nelle apposite sezioni dell’applicativo per ottenere il livello di classe energetica e i possibili interventi per ottimizzare le prestazioni rispetto al ciclo di vita e all’utilizzo del singolo immobile residenziale; nel dettaglio l’app mette a confronto i consumi reali dell’immobile con il fabbisogno energetico di riferimento per gli edifici di tipo condominiale, assegnando ad ogni fabbricato una classe di merito (buono/sufficiente/insufficiente) sia per i consumi da riscaldamento che per quelli elettrici. Allo stesso modo evidenzia gli elementi di vulnerabilità dell’edificio (ad esclusione di quella sismica) e fornisce indicazioni sulle priorità di intervento. “Anziché intervenire in modo disomogeneo e dispendioso per riparazioni o a seguito di emergenze – aggiunge Calabrese – questo nuovo approccio permette di programmare e gestire in modo efficiente e sostenibile gli interventi di manutenzione del condominio. Si crea inoltre un’occasione per riprogettare la qualità globale degli ambienti e delle strutture”.

 

>>leggi anche Risparmio energetico nei condomini: i vantaggi dell’ecobonus<<

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *