• Articolo Berna, 21 maggio 2012
  • Sono circa una dozzina i centri di consulenza attivati in molti PVS

    SECO e UNIDO insieme per un’industria verde

  • Firmato l’accordo grazie al quale i Paesi in Via di Sviluppo (PVS) potranno ricevere assistenza nella riduzione delle emissioni e nell’uso efficiente delle risorse

(Rinnovabili.it) – La Segreteria di Stato dell’Economia svizzera (SECO) e l’Agenzia specializzata delle Nazioni Unite per la promozione dello sviluppo industriale (UNIDO) hanno firmato questa mattina un accordo di progetto che, con lo stanziamento di circa 4,0 milioni di Franchi, provvederà ad aumentare l’uso efficiente delle risorse del settore industriale in Indonesia, uno dei Paesi tra i maggiori emettitori di gas serra. Grazie all’accordo, anche in Indonesia sorgerà uno dei Resource Efficient and Cleaner Production, centri di consulenza che sostengono le piccole e medie imprese locali nella riduzione dei consumi di energia e di risorse e nel raggiungimento della competitività nel rispetto dell’ambiente; attualmente ne sono stati attivati una dozzina in vari Paesi in Via di Sviluppo, tutti funzionali a migliorare anche il dialogo tra apparati governativi, settore finanziario e industria. Attraverso il contributo e la consulenza degli esperti elvetici, dunque, sarà facilitata la gestione sostenibile delle foreste tropicali e quella efficiente delle risorse industriali, traguardi che potranno assicurare una riduzione delle emissioni di CO2 stimata tra il 20% e il 30% rispetto a quelle attuali.

A Rio+20, la SECO e l’UNIDO illustreranno le opportunità offerte dall’industria verde e proporranno una serie di misure concrete da attuare; sempre nel corso della Conferenza sulla sostenibilità a giugno, l’UNIDO presenterà la Green Industry Platform, una piattaforma il cui obiettivo sarà quello di migliorare la collaborazione tra governi e imprese sul tema dell’industria verde.