• Articolo Shangai , 21 maggio 2012
  • Un edificio LEED Gold

    Shangai: Clini inaugura il Gel

  • Il ministro dell’Ambiente ha inaugurato a Shangai il Gel, edificio ad alta efficienza energetica che ospita laboratori e aule di studio dedicate all’efficienza energetica

(Rinnovabili.it) – Corrado Clini, ministro italiano dell’Ambiente, ha inaugurato sabato in Cina, nell’Università di Shangai, l’edificio intelligente italiano che consuma il 70% in meno di energia. Il Gel, Green Energy Laboratory, è un padiglione di studio e di ricerca sull’efficienza energetica realizzato seguendo un progetto italiano e con tecnologie made in Italy. L’edificio, con una superficie di 1.500 metri quadrati e del valore di 1,3 milioni di euro è la prima struttura universitaria cinese ad aver ottenuto la certificazione Leed “gold”.

Progettato dallo studio di ingegneria Favero e Milan e dagli architetti di Archea, oltre a servire da spazio comune per lo studio di nuove metodolgie e servizi per l’efficienza energetica ne è un esempio reale. Le facciate, ricoperte da uno strato di ceramica traforata filtrano i raggi solari in estate garantendo all’interno della struttura una temperatura gradevole e riducendo di 30 gradi la temperatura sulle pareti esterne. Moduli fotovoltaici e termici consentono oltre al riscaldamento, il raffreddamento dell’aria in estate. Producono inoltre energia e calore impianti di cogenerazione con scambio geotermico di calore, assicurano la climatizzazione innovativi sistemi posizionati nelle pareti e nei pavimenti, impianti di illuminazione studiati da “iGuzzini” e corredato da una smart grid che gestisce i vari impianti, compreso un “ventilatore eolico” nel giardino.

Sviluppato su due piani l’edificio ospita sopra alle aule e ai laboratori due appartamenti: la smart home dove vengono testate le apparecchiature destinate al mercato di consumo e a zero emissioni, in grado di supportare le attività interne con l’energia autoprodotta. La collaborazione cino-italiana si traduce anche nella collaborazione tra il Politecnico di Torino e l’Università Tongji dove il ministro ha fatto visita e ricevuto dal presidente dell’ateneo, Pei Gang, la nomina di professore. “Vogliamo promuovere il trasferimento delle tecnologie dalla ricerca alle applicazioni industriali e di uso comune” ha commentato Clini.