• Articolo Helsinki, 17 maggio 2019
  • Siemens Finlandia lancia il suo sistema di gestione delle Centrali Elettriche Virtuali

  • Il colosso informatico ha presentato Vibeco, un sistema di gestione della micro produzione elettrica capace di interagire con la Rete nazionale.

centrali elettriche virtualiLe Centrali Elettriche Virtuali permettono ai piccoli produttori di vendere i propri carichi di elettricità sul mercato all’ingrosso in risposta alla domanda

 

(Rinnovabili.it) – Siemens Finlandia lancia un innovativo sistema di gestione delle Centrali Elettriche Virtuali: Vibeco (Virtual Buldings Ecosystem). Il software sviluppato dal colosso informatico servirà a ottimizzare il bilanciamento dell’energia prodotta e immessa in una micro rete di edifici interconnessi, incorporando sistemi di produzione energetica da fonti rinnovabili e impianti di accumulo.

 

Le centrali elettriche virtuali (Virtual Power Plant – VPP) sono sistemi energetici decentralizzati che integrano diversi tipi di fonti per garantire un flusso di approvvigionamento elettrico affidabile in ogni condizione: i sistemi di VPP spesso coordinano fonti eterogenee come moduli fotovoltaici abitativi, piccoli impianti eolici, idroelettrici, a biomassa oltre che sistemi di accumulo e generatori di riserva.

 

I sistemi VPP permettono di ottimizzare i picchi di produzione d’energia, reagire in breve tempo alle fluttuazioni della richiesta e dell’immissione di corrente in rete, ma funzionano anche come intermediari tra i produttori di piccole quantità di elettricità e il mercato all’ingrosso.

Il centro di controllo basato sul cloud delle VPP sfrutta tecnologie dell’informazione (itc) e dati dell’Internet of Things (IoT) per aggregare le capacità di risorse energetiche distribuite (DER) e formare una coalizione di DER ai fini dello scambio di energia sui mercati all’ingrosso dell’energia elettrica o per la fornitura di servizi ausiliari per gli operatori di sistema per conto di singoli DER altrimenti non ammissibili.

 

>>Leggi anche Statkraft vuole conquistare l’Europa con centrali elettriche virtuali<<

 

Il sistema messo a punto da Siemens permette di combinare i piccoli carichi di energia prodotti da edifici e siti industriali così che i proprietari degli edifici possano rivenderla all’operatore di rete, garantendo al contempo maggiore flessibilità al servizio elettrico e una remunerazione per i piccoli produttori.

 

La piattaforma Vibeco di Siemens aiuta a bilanciare il consumo di energia, a ridurre la necessità di alimentazione di riserva e, di conseguenza, a ridurre le emissioni di anidride carbonica. L’operatore di rete nazionale finlandese, Fingrid, compensa i proprietari d’immobili quando il sistema VPP immette energia nella rete pubblica.

Una piattaforma di ottimizzazione su cui il Governo finlandese ha investito con una sovvenzione da 8,4 milioni di euro.

 

L’azienda scandinava ha già annunciato che testerà la validità del proprio sistema su due progetti pilota: nel primo, prevede la creazione di una micro rete che connetterà il terminal ferroviario della Stazione centrale di Helsinki con altri due depositi; il secondo riguarderà invece l’interconnessione di 9 edifici pubblici della città di Lapeenranta (a ridosso del confine russo, 75 mila abitanti) destinati a connettersi ad altri 50 edifici per la creazione di una micro rete locale.

 

La sperimentazione su larga scala arriva dopo il successo del progetto di VPP realizzato da Siemens nel centro commerciale Sello, uno spazio di 100 mila metri quadri nella periferia della capitale finlandese dove, l’interazione tra efficientamento energetico, stoccaggio, ottimizzazione dei picchi di carico e la produzione in proprio di energia elettrica hanno permesso ai proprietari del complesso di guadagnare un reddito annuo di 650 mila euro grazie alla vendita di energia alla Rete nazionale.

 

>>Leggi anche Veicoli elettrici usati come batterie di rete, verso il decreto V2G<<

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *