• Articolo ROma, 10 febbraio 2012
  • Un'innovazione di Sorgenia Menowatt

    Sorgenia: per accendere il lampione basta uno squillo

  • Un nuovo brevetto permetterà di gestire l’illuminazione pubblica utilizzando il cellulare. A numero di squilli corrisponde problema differente

(Rinnovabili.it) – Sorgenia Menowatt, gruppo di Sorgenia che si occupa dello sviluppo e della diffusione di sistemi per l’efficienza energetica nella pubblica amministrazione, ha brevettato un innovativo sistema di gestione dell’illuminazione pubblica. Per risparmiare energia sarà infatti sufficiente utilizzare il telefono cellulare e l’alimentatore Dibawatt, che mediante una telefonata gratuita permette di gestire i sistemi di illuminazione. Ad ogni lampione è infatti associato un numero di riconoscimento che, se chiamato, permette di accendere o spegnere la lampada al bisogno, ma anche aumentarne o diminuirne la luminosità.

Semplicemente effettuando un numero specifico di squilli, il gestore dell’impianto di illuminazione capisce quale intervento deve essere effettuato, senza addebito di chiamata. Un sofisticato algoritmo è infatti capace di interpretare il numero di squilli trasformandolo in uno specifico comando. Grazie a Dibawatt sarà quindi possibile effettuare interventi in tempo reale in caso di guasti in punti strategici come incroci o cavalcavia

Secondo i dati aggiornati a fine 2011, Sorgenia Menowatt ha portato avanti circa 400 interventi di riqualificazione energetica su interi impianti di pubblica illuminazione comunale, con un risparmio che è stato quantificato in oltre 91 milioni kWh e in più di 55.700 tonnellate di CO2.