• Articolo Madrid, 5 gennaio 2012
  • Cresce il solare spagnolo

    Spagna, le rinnovabili fanno il 33% del lavoro

  • Il solare è aumentato in percentuale nella produzione di elettricità e calore ma nel complesso il 2011 ha visto scendere la produzione green di energia

(Rinnovabili.it) – Nel 2011 la generazione di elettricità solare in Spagna è cresciuta del 43%. Dopo l’annuncio della Germania arrivano anche i dati della penisola a conferma l’interesse dei consumatori per l’energia prodotta dal sole.

La Red Electrica di Spagna ha reso pubblici i dettagli del sistema elettrico nel corso dell’anno appena terminato: nonostante la contrazione della domanda, che è scesa del 1,2% il contributo delle energie rinnovabili è stato pari al 33%, con record eolico nel mese di novembre e crescita sostanziale per il solare. Nel corso del 2011 i dati specifici hanno rivelato un aumento del 26% del fotovoltaico e del 193% del termoelettrico rispetto all’anno precedente.

Questo aumento significativo si è verificato quando la maggior parte delle tecnologie hanno registrato un calo di produzione rispetto all’anno precedente quando l’idroelettrico è sceso del 28% e il ciclo combinato del 22%. Al contempo si è registrato un aumento della produzione di centrali a carbone che ha raddoppiato la produzione rispetto al 2010, questo ha portato ad un aumento delle emissioni di CO2 del settore elettrico stimate in 73 milioni di tonnellate, in crescita del 25% rispetto all’anno precedente. Le energie rinnovabili hanno coperto il 33% della domanda nel 2011, tre punti in meno rispetto all’anno precedente, principalmente a causa di una significativa riduzione nella generazione di energia idroelettrica, che ha coperto l’11% della domanda, cinque punti inferiore a quello del 2010.

Per quanto riguarda l’esportazione per l’ottavo anno consecutivo il saldo delle esportazioni equivale a 6105 GWh, ma nonostante questo ha registrato un calo del 27% rispetto al 2010.