• Articolo Bruxelles, 12 aprile 2012
  • In vista del Summit del 16 aprile

    UE: gli europei sperano nell’accesso all’energia per tutti

  • Un’indagine dell’Eurobarometro rivela l’interesse dei cittadini europei nel sostenere i paesi in via di sviluppo nei progetti per ottenere accesso all’energia

(Rinnovabili.it) – In vista dell’ “EU Sustainable Energy for All Summit”, che si svolgerà a Bruxelles il 16 aprile, un’indagine pubblicata dimostra che nove europei su dieci pensano che l’UE dovrebbe sostenere i paesi in via di sviluppo per garantire loro l’accesso libero all’energia. Il 95% ritiene, quindi, che sia di vitale importanza investire nell’accesso all’energia per tutti come passo fondamentale per il superamento della condizione di indigenza in cui versano numerose popolazioni.

Il Flash Eurobarometer ha quindi resi noti i risultati dell’indagine a pochi giorni dal Summit che riunirà i paesi dell’Unione Europea, le Nazioni Unite e i paesi in via di sviluppo mettendoli in contatto con l’industria, i settori privati e la società.

“Sono felice di notare che gli europei vedono l’energia come requisito essenziale per vincere la povertà nei paesi in via di sviluppo. L’energia è essenziale per la sanità, l’istruzione, il cibo e per tutti gli altri bisogni di base. Investire nell’accesso all’energia pulita nei paesi più poveri aiuterà a raggiungere il duplice obiettivo di crescita sostenibile e inclusiva e nel mitigare il cambiamento climatico”, ha commentato il Commissario UE allo Sviluppo, Andris Piebalgs che ha poi aggiunto: “Durante il prossimo vertice UE per l’energia, l’UE annuncerà la sua ambizione di cambiare marcia per “energizzare lo sviluppo” In questo modo stiamo leader nel sostegno ai paesi in via di sviluppo per raggiungere l’accesso universale all’energia per tutti”.