• Articolo Londra, 10 maggio 2012
  • GIB e EMR protagoniste del discorso di Elisabetta II

    UK: la Regina parla di rinnovabili

  • La Regina d’Inghilterra nel suo discorso si rivolge al mercato dell’energia promettendo nuovi impegni nel settore elettrico e idrico

(Rinnovabili.it)  – Gli impegni legislativi dell’Green Investment Bank (GIB) e la Riforma del Mercato elettrico (EMR) hanno avuto un ruolo importante nel discorso della regina d’Inghilterra, che insieme a questi due argomenti ha promesso un progetto di legge che interesserà la riforma dell’industria idrica.

Con sede ad Edimburgo, la neonata Banca per gli Investimenti green sarà operativa dal prossimo autunno, ecco perché si sta cercando di definire al meglio la legislazione che sarà alla base del neonato istituto finanziaro che si occuperà esclusivamente di progetti verdi. Gli impegni dell’EMR, invece, che si rifanno ad un impegno del precedente governo, porteranno a nuove leggi a partire già da questo mese interessandosi soprattutto a progetti a basso tenore di carbonio, in modo che riescano ad essere finanziati in base alle nuove disposizioni entro il 2014.

La nuova normativa è infatti attesa con fermento dai settori industriali che vedono la Riforma del Mercato elettrico procedere con lentezza. Questa situazione, ha confermato Christian Simon, direttore di ScottishPower Renewables UK, sta effettivamente bloccando il comparto e fermando i progetti programmati, che probabilmente otterranno il via libera solo dopo il 2017 a causa delle incertezze circa lo stanziamento degli incentivi.

Durante il suo discorso la Regina ha confermato che la legislazione dovrebbe essere introdotta per fornire “energia sicura, pulita e conveniente assicurando prezzi equi”.