• Articolo Bologna, 8 novembre 2012
  • Promuovere l’internalizzazione delle imprese verdi

    Emilia Romagna e Sud africa, un legame fatto di green energy

  • Si chiama Rew-SA ed è il progetto nato per favorire la penetrazione commerciale delle imprese emiliano-romagnole in Sudafrica con la possibilità di avviare partnership con le imprese locali

(Rinnovabili.it) – L’Emilia Romagna accorcia le distanze con il Sud Africa concentrando l’attenzione sul green-tech e le energie rinnovabili,  due degli hot spot su cui sta puntando il Governo di Pretoria. Per farlo nasce “Rew-SA –  Renewable Energies World South Africa”, progetto promosso dal DICAM – Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e dei Materiali della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Bologna e dalla società di ingegneria Techno.

 

L’iniziativa, che verrà presentata venerdì 9 novembre  a Rimini e martedì 13 novembre presso l’Alma Mater, è stata co-finanziata dalla Regione con 90 mila euro. L’obiettivo di Rew-SA  è di mettere a frutto le potenzialità energetiche verdi del Sud Africa, Paese dal ricco curriculum in tema di biomassa vegetale, irraggiamento solare e condizioni eoliche lungo le zone costiere. Seguendo lo stesso impulso che sta attirando nella punta meridionale dell’Africa investitori da tutto il mondo –  un generoso piano di eco-incentivi statali – Rew-SA  promuoverà l’internazionalizzazione delle imprese emiliano-romagnole del settore delle rinnovabili nel mercato africano. Nel contempo il progetto  intende promuovere la collaborazione scientifica per la ricerca e lo scambio di know how a livello di università, centri di ricerca e imprese  attive nel settore.