• Articolo Londra, 8 ottobre 2019
  • Energia rinnovabile, 20 università britanniche firmano un PPA eolico

  • Si tratta del primo accordo di acquisto di energia firmato da una coalizione così corposa: 20 università e tre piccole imprese entrano in un mercato fino ad ora inaccessibile.

Ridurre le emissioni e i costi energetici: le università del Regno Unito si impegnano sull’energia rinnovabile

 

(Rinnovabili.it) – Alcune università del Regno Unito hanno formato un fronte compatto per un accordo d’acquisto di energia rinnovabile a lungo termine (PPA), che le vedrà approvvigionarsi per i prossimi 10 anni direttamente dai parchi eolici della Scozia e del Galles.

Si tratta del primo Power Purchase Agreement firmato da una coalizione così corposa, dal valore di 50 milioni di sterline e che vede coinvolte la società EDF Energy, l’operatore eolico onshore Statkraft e la Squeaky Clean Energy, un fornitore di energia rinnovabile al 100%.

 

>>Leggi anche Regno Unito: l’eolico offshore produce più energia del nucleare<<

 

Richard Murphy, amministratore delegato di The Energy Consortium (società che ha condotto le trattative tra i partner pubblici e privati), ha sottolineato l’aspetto a suo dire più innovativo dell’accordo: la presenza di piccole imprese. Fino ad oggi, infatti, in Gran Bretagna gli accordi sull’energia rinnovabile erano stati in gran parte riservati a società molto grandi, che tendevano a richiedere impegni particolarmente importanti da parte degli acquirenti. L’approccio collaborativo con cui è nato l’accordo, invece, ha permesso a piccole istituzioni e piccole aziende di accedere ad un mercato fino ad ora inaccessibile alle loro possibilità.

 

Questo tipo di accordi nasce sostanzialmente per difendere i clienti contro la futura volatilità dei prezzi dell’energia, fornendo al contempo alle diverse società la possibilità di avere introiti da poter investire su nuovi progetti di rinnovabili onshore. Infatti, mentre il mercato si sta espandendo rapidamente negli Stati Uniti e in alcune parti d’Europa, diversa è la condizione del Regno Unito, in cui le società per l’energia rinnovabile godono di una liquidità limitata sul mercato e soffrono della reticenza dei clienti a stipulare accordi a lungo termine. In questo modo, invece, l’accordo aiuterà le 20 università britanniche a ridurre sia le emissioni di carbonio, sia i costi energetici.

 

>>Leggi anche PPA rinnovabili aziendali: solo 2 Paesi UE li citano nei Piani 2030<<

 

Nel frattempo, il Green Investment Group, con sede nel Regno Unito, ha annunciato che il suo parco eolico onshore di Kisielice (Polonia) ha siglato un accordo di acquisto di energia virtuale – VPPA – per 10 anni con il gigante della tecnologia dell’illuminazione Signify. L’energia rinnovabile proveniente dal parco eolico alimenterà quattro fabbriche di Signify e diversi uffici in tutta la Polonia, contribuendo così a ridurre le emissioni annue di carbonio.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *