• Articolo Rio de Janeiro , 24 febbraio 2012
  • Complici il vento costante e l'economia fiorente

    Brasile, campione mondiale del vento nel 2016

  • Nel 2016 il Brasile potrebbe diventare il sesto produttore mondiale eolico mentre entro la fine dell’anno potrebbe essere tra i primi quattro per capacità istallata

(Rinnovabili.it) – Futura leadership mondiale energetica per il Brasile. Faranno da driver del cambiamento, un’economia solida e uno scenario favorevole a trasformare il paese nella sesta potenza produttrice di energia del vento entro il 2016.

Il Brasile punta quindi a diventare, entro il 2012, il quarto paese al mondo in termini di capacità eolica istallata e il sesto produttore di energia al mondo entro il 2016. I dati, riportati dall’agenzia di stampa Bloomberg, sono stati resi noti nel report redatto dal Consiglio mondiale dell’energia eolica (GWEC).

Secondo la relazione la più grande economia dell’America Latina può realizzare impianti eolici per un totale di 2.000 MW di capacità nel corso del 2012, una crescita appena inferiore a quella di Cina, Stati Uniti e India.

La crisi economica ha colpito numerosi paesi produttori di energia da fonte eolica, tra questi Francia e Germania, e ha portato alla riduzione degli incentivi governativi fissati a supporto delle rinnovabili  con il conseguente stop ad alcuni dei progetti su carta e in costruzione.

Secondo la Bloomberg però il Brasile presenta tutti i vantaggi di venti costanti e regolari e di una economia solida e in crescita, in grado di garantire l’espansione del settore indipendentemente dall’importazione di componenti dall’estero e da sostegno economico straniero. Lo sviluppo esponenziale del settore eolico brasiliano ha fatto si che negli ultimi anni sia risultato più conveniente affidarsi alla fonte green piuttosto che produrre energia da gas naturale, risorsa ampiamente diffusa sul territorio.