• Articolo Copenaghen, 8 gennaio 2018
  • Danimarca, Paese del vento: la produzione eolica 2017 copre il 43% dei consumi

  • Ottima annata per le rinnovabili danesi che forniscono al Paese oltre la metà della sua elettricità. Record eolico con una produzione totale di circa 14.700 GWh

produzione eolica

 

Nuovo record nella produzione eolica 2017 della Danimarca

(Rinnovabili.it) – Il picco di produzione eolica dello scorso 26 gennaio aveva regalato alla Danimarca l’ennesimo boom d’energia pulita coprendo con il vento il 111% dei consumi elettrici nazionali. Ma al di là di un giorno fortunato, c’è un intero anno da record. A stabilirlo sono i dati preliminari per il 2017, forniti da Energinet, il gestore del sistema di trasmissione danese per l’elettricità e il gas naturale: lo scorso anno il vento ha generato circa 14.700 GWh. Una produzione in grado di coprire il 43,6 per cento dei consumi elettrici totali a livello nazionale.

Fino a ieri il record di produzione eolica apparteneva al 2015, annata in cui le turbine danesi avevano raggiunto quota 42% sul mix. La nuova cifra, ovviamente, non è merito solo di condizioni climatiche favorevoli ma anche di un nuovo programma di sviluppo rinnovabile che ha ingranato la marcia in Danimarca, superando, in alcuni casi (vedi gli impianti eolici offshore) la convenienza degli impianti tradizionali.

 

>>Leggi anche Eolico off shore, in Danimarca è già più conveniente del gas naturale<<

 

L’aspetto più interessante della produzione eolica danese sta tuttavia nelle modalità con cui si punta all’aumento. Una quota maggiore di elettricità fa facilmente immaginare una crescita del numero degli aerogeneratori installati sul territorio. In realtà nel Paese sta avvenendo, per ora, tutto il contrario: oggi in Danimarca c’è circa il 20 percento di turbine eoliche in meno rispetto al 2001, anno in cui il settore ha raggiunto il picco in termini di installato.

I miglioramenti tecnologici sul fronte della potenza e dell’efficienza, hanno permesso alla nazione di raddoppiare la capacità senza dover moltiplicare il numero di turbine. “Ciò significa – spiega Lars Aagaard, CEO di Dansk Energi – anche che abbiamo aperto un nuovo capitolo nel cambiamento verde. È ugualmente importante guardare a come utilizzare al meglio questa straordinaria risorsa, dal momento che possediamo una fonte economica, ecologica e stabile. L’elettricità deve sostituire benzina, petrolio e gas”.

 

>>Leggi anche Mega eolico: le turbine superano i grattacieli<<

 

Continuando su questi trend, entro il 2020 la Danimarca potrebbe ottenere circa la metà della sua elettricità dal vento. A quel punto, la nazione dovrebbe essere in grado di generare l’80 per cento della propria energia elettrica da fonti rinnovabili, comprendendo nel conto anche biomasse e fotovoltaico.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *