• Articolo Düsseldorf, 4 dicembre 2012
  • E.ON entra nel crescente e attrattivo mercato energetico turco

  • E.ON acquisterà il 50% di EnerjiSA A.Ş., assicurandosi un’ottima posizione di partenza nel mercato energetico turco

(Rinnovabili.it) – E.ON SE e la società austriaca Verbund AG hanno firmato un accordo definitivo per uno scambio di asset, che consente al Gruppo energetico basato a Düsseldorf di entrare nel mercato energetico turco. E.ON acquisirà la quota di Verbund in EnerjiSA ottenendo partecipazioni nella generazione elettrica e nei progetti e business della distribuzione in Turchia, e trasferirà in cambio a Verbund le sue partecipazioni in alcune centrali idroelettriche in Baviera.

 

Attraverso questa operazione, la cui conclusione è prevista nel primo trimestre del 2013, E.ON acquisterà il 50% di EnerjiSA A.Ş., assicurandosi un’ottima posizione di partenza nel mercato energetico turco. Il restante 50% è detenuto da Sabanci Holding, uno dei più grandi conglomerati industriale e finanziari turchi. L’attuale portafoglio di generazione di EnerjiSA è costituito da centrali a gas, idroelettriche e impianti eolici per una potenza installata complessiva pari a quasi 1.700 MW. La società può contare su 2.000 MW di capacità in costruzione e su 1.500 MW in sviluppo. EnerjiSA inoltre è attiva nel settore della distribuzione elettrica, con circa 3,5 milioni di clienti nella regione di Başkent. E.ON e Sabanci intendono raggiungere fino a 8.000 MW di capacità di generazione in Turchia entro il 2020, raggiungendo una quota pari almeno al 10% del mercato turco della generazione elettrica.

 

La Turchia è uno dei paesi in crescita target di E.ON al di fuori dei suoi mercati principali in Europa.Johannes Teyssen, CEO di E.ON SE ha commentato: “A seguito della nostra entrata nel settore energetico in Brasile ad inizio anno, il nostro ingresso ora nel mercato energetico turco rappresenta un progresso significativo nell’implementazione della nostra strategia aziendale. La Turchia è una delle economie dalla crescita più rapida al mondo, dove l’aumento nella domanda energetica è stato forte e stabile. Questa operazione ci offre un’ottima piattaforma per valorizzare la nostra crescita al di fuori dei nostri mercati in Europa. In Sabanci, abbiamo trovato un partner che ha una conoscenza del mercato unica e obiettivi che sono ambiziosi tanto quanti i nostri”.

 

Anche dopo questo trasferimento di quote azionarie, E.ON manterrà sempre 2.300 MW di capacità idroelettrica in Germania rimanendo uno degli operatori idroelettrici principali nel Paese. Dopo la conclusione dello scambio, la capacità idroelettrica di E.ON sarà complessivamente pari a circa 6.000 MW.