• Articolo Londra , 29 ottobre 2012
  • Attivato il più grande impianto del mondo

    Eolico: al via le pale del London Array

  • Girano da stamane le lame delle 152 torri eoliche del London Array. Costruito nella foce del Tamigi l’impianto eolico sarà presto in grado di produrre energia per 470mila abitazioni

(Rinnovabili.it) – DONG Energy, E.ON e Masdar hanno annunciato stamane l’avvio del più grande parco eolico del mondo, localizzato sull’estuario del Tamigi a circa 20 km al largo delle coste del Kent e dell’Essex. Sono entrate in azione , con una potenza istallata di 630 MW di potenza istallata, 152 delle 175 turbine previste dal progetto, che dovrebbe arrivare a completamento entro la fine dell’anno e che per il momento copre una superficie di 245 km2. Una volta attive, le pale eoliche produrranno un quantitativo di energia sufficiente a soddisfare il fabbisogno di oltre 470mila abitazioni del Regno Unito, hanno fatto sapere i partner del progetto.

Benj Sykes, Country Manager delle attività eoliche nel Regno Unito di DONG Energy, ha dichiarato:

 

“Dotato di una capacità di 630 MW, London Array è il primo progetto della prossima generazione di grandi parchi eolici offshore. Siamo dunque lieti di avere dato avvio alla fase di produzione. La capacità di sviluppare in modo efficiente grandi parchi eolici offshore e di cogliere i vantaggi di scala, sia nella realizzazione, sia nella gestione operativa, è un elemento centrale nel nostro costante impegno per ridurre i costi dell’energia prodotta da questa tipologia di impianti”.

 

Favorevole anche il commento del CEO di E.ON che oltre a sottolineare l’importanza del progetto come tappa fondamentale nello sviluppo delle rinnovabili ha ricordato come questo momento segni anche un momento di svolta per l’eolico come fonte di energia pulita sicura e affidabile.

Dr. Sultan Al Jaber, CEO di Masdar, ha aggiunto:

 

“La realizzazione del progetto del parco eolico offshore di London Array rappresenta un successo storico per Masdar, per i suoi partner e per il Regno Unito. Siamo orgogliosi di avere dato un significativo contributo all’ampliamento del portafoglio di impianti a fonte rinnovabile del Regno Unito e al raggiungimento degli obiettivi di crescita in questo settore. Lo sviluppo di London Array è un esempio del vero potenziale e della sostenibilità commerciale dell’energia rinnovabile. Rappresenta inoltre un modello per quanto riguarda la collaborazione concreta per implementare progetti a energia pulita su larga scala, nell’ambito dell’impegno volto a far fronte in modo sostenibile alla crescente domanda di energia”.