• Articolo Pechino, 23 ottobre 2019
  • Eolico: il senso della Cina per il vento

  • Dopo la corsa all’offshore europeo, la Cina punta anche all’onshore. Insieme alla norvegese NBT, la State Grid cinese realizzerà a Zophia (Ucraina) un parco eolico da 750 MW. Il progetto partirà già nella primavera del 2020 con un investimento di 1 miliardo di euro.

Eolico

Credits: Free-Photos da Pixabay

La cinese State Grid punta all’Ucraina per il più grande parco eolico europeo

 

(Rinnovabili.it) – La cinese State Grid Corporation ha dichiarato di aver stipulato un contratto con NBT – compagnia norvegese che sviluppa, gestisce e possiede parchi eolici su larga scala – per la realizzazione di quello che sarà il più grande parco eolico onshore in Europa.

 

La State Grid Corporation è la più grande società elettrica cinese, nonché al mondo, e dalla sua sede di Pechino distribuisce energia all’intero Stato. Il progetto del parco eolico, che secondo Reuters richiederà un investimento di circa 1 miliardo di euro, non sarà però realizzato in Cina ma in Ucraina, e precisamente a Zophia, nella regione sud-orientale di Zaporizhya. Dopo la corsa all’offshore europeo, dunque, la Cina punta anche all’onshore.

 

>>Leggi anche In Cina l’eolico offshore è pronto a spiccare il volo<<

 

Secondo quanto emerge dai piani, la wind farm cinese raggiungerà una capacità di generazione di 750 megawatt (MW). Da quanto dichiara la norvegese NBT, partner del progetto, le condizioni del vento in Ucraina sono infatti tra le migliori al mondo e “circa il 40% del paesaggio è adatto alla generazione di energia eolica”.

 

Già nel 2014, a causa delle tensioni con la Russia e dell’interruzione delle forniture di gas, il governo ucraino aveva deciso di puntare sulle rinnovabili, sviluppando una strategia per aumentare la quota di energia pulita nel mix energetico del paese e passando così dal 5% attuale al 25% percento entro il 2035. Non a caso, nel 2019 l’Ucraina è stato uno dei pochi paesi europei ad aumentare i propri investimenti verdi di circa il 60%.

 

>>Leggi anche Investimenti mondiali nelle energie rinnovabili, ancora un calo<<

 

La costruzione del parco eolico di Zophia dovrebbe iniziare nella primavera del 2020 e, entro la fine dello stesso anno, si prevede il raggiungimento di una capacità di 42,5 MW. L’ingegneria, l’approvvigionamento e la costruzione saranno implementati da China Electric Power Equipment and Technology Co, una consociata di State Grid.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *