• Articolo Washington, 19 dicembre 2012
  • L’International Trade Commission (ITC) la sua valutazione entro il 31 gennaio 2013

    Eolico: gli Usa confermano il dumping dell’export di Cina e Vietnam

  • Per il DoC americano sono certe le pratiche di concorrenza sleale applicate dai produttori di torri eoliche cinesi e vietnamite

Eolico: gli Usa confermano il dumping dell’export di Cina e Vietnam(Rinnovabili.it) – Non è un periodo facile per  i rapporti commerciali tra Washington e Pechino. Il settore dell’export “made in PRC” riceve l’ennesima stoccata da parte del Dipartimento del Commercio statunitense che, dopo l’indagine avviata all’inizio dell’anno, annuncia oggi di aver accertato che i produttori cinesi di turbine eoliche siano ricorsi a pratiche di dumping.

 

Nell’indagine in realtà è finita anche l’industria del Vietnam, colpevole, per gli Usa, al pari del gigante asiatico. Il Dipartimento ha infatti stimato che siano stati applicati margini tra il 51,50-58,49% da produttori vietnamiti e tra il 44,99-70,63% dai quelli cinesi, a cui si aggiungerebbero in quest’ultimo caso anche delle inique sovvenzioni governative. L’indagine fa seguito alla denuncia presentata nel 2011 dalla Wind Tower Trade Coalition, un’associazione di quattro produttori americani. La coalizione aveva sottolineato come nel solo 2011 i prezzi più bassi delle torri eoliche asiatiche avevano spinto gli Usa ad importare prodotti per un totale di ben 222 milioni dollari dalla Cina  e di 79 milioni dal Vietnam.

 

La parola ora spetta  alla International Trade Commission (ITC)  che annuncerà la sua valutazione finale entro il 31 gennaio 2013. Se dovesse esprimersi a favore dell’industria stelle e strisce,  ovvero accertando che i prodotti asiatici costituiscono un grave pregiudizio o una minaccia per l’industria eolica USA , l’ITC stabilirà i dazi antidumping  e quelli compensativi da applicare all’export.