• Articolo Bruxelles, 27 ottobre 2011
  • Un mln di euro al vento nel bilancio comunitario 2012

    Eolico: il Parlamento Ue sostiene una linea di bilancio dedicata

  • Ewea: “la decisione ha un enorme significato simbolico creando un precedente per uno stanziamento finanziario ad hoc nel quadro economico 2014 – 2020 dell’Unione Europea”

(Rinnovabili.it) – Riflettori puntati sull’eolico a Strasburgo, dove si è riunito ieri l’Europarlamento per approvare  il bilancio comunitario per il 2012. E come emerge dalla votazione, l’obiettivo dei deputati europei era quello di supportare un prospetto in grado di stimolare crescita, innovazione e occupazione nell’Unione, sostenendo nel contempo lo sviluppo e la democrazia nei paesi vicini. Dal punto di vista generale, il Parlamento ha deciso di ripristinare il livello di spesa proposto dalla Commissione, dopo i tagli effettuati dal Consiglio a luglio, sostenendo gli aumenti più considerevoli nel settore della Ricerca e Sviluppo (+10,35%). Ed è proprio in questo ambito che è stata approvata la creazione di una nuova linea di bilancio dedicata all’energia eolica, a cui è stato assegnato un livello di spesa “simbolico” di un milione di euro per il 2012.

“Con questo voto – ha commentato soddisfatta Vilma Radvilaite, Regulatory Affairs Advisor dell’Ewea – il Parlamento riconosce che la Ricerca e Sviluppo nel campo eolico deve possedere una propria linea di bilancio. Si rafforza così il valore che l’investimento nell’energia del vento ha per la società nella riduzione dei costi di un sistema sicuro, affidabile a base di rinnovabili con enormi prospettive occupazionali”. “La decisione ha un enorme significato simbolico in quanto crea un precedente per un futuro stanziamento finanziario ad hoc al settore nel quadro economico 2014 – 2020 dell’Unione Europea. Speriamo che la UE continui a supportare la ricerca in questo campo e stanzi i 1,3 miliardi di euro necessari fino al 2020”. Il ‘simbolico’ milione allocato nel bilancio comunitario 2012 si aggiunge ai circa 24 milioni di euro che dovrebbero essere assegnati alla ricerca energetica per l’eolico del prossimo anno nell’ambito del programma del 7 ° PQ.