• Articolo Oaxaca, 12 marzo 2012
  • 670 mln di tonnellate di CO2 risparmiate

    Eolico: in Messico il più grande impianto dell’America Latina

  • E’ stata inaugurato da Acciona una centrale eolica da record: tre parchi con una potenza installata complessiva pari a 306 MW

(Rinnovabili.it) – Il Presidente del Messico, Felipe Calderon, ha inaugurato nei giorni scorsi il più grande impianto eolico dell’America Latina. Realizzato da Acciona, una delle aziende leader nel settore delle energie rinnovabili, la centrale vanta una potenza complessiva di 306 MW. Per la realizzazione delle tre unità che la costituiscono – Oaxaca II, III e IV situate nell’Istmo di Tehuantepec (Oaxaca) –  sono state utilizzate ben 204 turbine eoliche da 1,5 MW ciascuna. Gli impianti sono stati realizzati tra ottobre e dicembre 2011, mentre la messa in servizio è avvenuta progressivamente nel corso dei primi mesi del 2012. Dai tre parchi eolici si stima una produzione media annua pari a circa 1 milione di MWh, sufficienti a soddisfare il fabbisogno energetico di ben 700.000 unità abitative e in grado di risparmiare all’atmosfera l’emissione di oltre 670 milioni di tonnellate di CO2 l’anno. “Siamo convinti – ha dichiarato Jose Manuel Entrecanales, presidente di Acciona – che le energie rinnovabili siano una scelta indispensabile per il Messico. Questo paese ha grandi risorse energetiche provenienti da fonti pulite e rinnovabili, come il vento e il sole, dalle quali è possibile sfruttare un interessante input energetico, riducendo al contempo le emissioni, creando ricchezza e nuove opportunità di lavoro nel paese”. Nel corso dell’inaugurazione la società ha inoltre rinnovato il proprio impegno per lo sviluppo sostenibile del Messico, soprattutto nei settori chiave delle infrastrutture, idrico ed energetico, grazie anche ad una intensa collaborazione con il Governo, nell’intento di perseguire i propri obiettivi di diversificazione energetica.