• Articolo Edimburgo, 24 luglio 2017
  • Eolico scozzese: la produzione rinnovabile continua a macinare record

  • I dati energetici dei primi sei mesi del 2017 celebrano ancora una l’eolico scozzese. La produzione elettrica dal vento copre ormai la metà dei consumi delle famiglie

Eolico scozzese

 

(Rinnovabili.it) – L’eolico scozzese continua ad avere il vento in poppa. Le performance dei primi sei mesi del 2017 mostrano un settore sano, in crescita e soprattutto da record. Come l’ultimo, in ordine cronologico, registrato a maggio, quando l’energia del vento ha superato per ben 11 giorni i consumi delle famiglie scozzesi. In particolare, il 15 del mese, l’output eolico ha generato abbastanza elettricità per coprire il 99% della domanda nazionale totale. Situazione per molti versi simile a quella verificatasi a giugno, quando le turbine hanno fornito oltre 1 TWh di elettricità alla rete nazionale, abbastanza da soddisfare le esigenze di quasi tre milioni di case.

 

In realtà, l’intero primo semestre passerà alla storia grazie ad una produzione di oltre 6,6 TWh eolici. “I primi sei mesi del 2017 sono stati certamente incredibili per le energie rinnovabili, con le turbine eoliche che da sole hanno contribuito a garantire l’eliminazione di milioni di tonnellate di emissioni di carbonio che danneggiano il clima”, spiega Sam Gardner, direttore del WWF Scozia. L’associazione ha analizzato i dati forniti da WeatherEnergy, restituendo un quadro riassuntivo delle prestazioni dell’eolico scozzese da gennaio a giugno 2017.

 

>>Leggi anche Eolico: il 97% dell’elettricità della Scozia viene dal vento<<

 

I numeri di questo semestre evidenziano un aumento del 24% rispetto al 2015, quando l’energia eolica aveva fornito poco più di 5,3 TWh. A conti fatti, gli aerogeneratori del Paese riescono oggi a garantire, senza problemi alla rete, il 57 per cento dell’intera domanda elettrica della Scozia. Un buon risultato che può, tuttavia, essere ancora spinto oltre, spiega il WWF. “Se vogliamo raccogliere gli stessi frutti nei settori dei trasporti e del riscaldamento, abbiamo bisogno che il governo scozzese metta in atto politiche forti sull’efficienza energetica e sulla mobilità nel futuro progetto di legge sul cambiamento climatico”, dichiara Gardner.

 

Non è solo il vento a segnare record: anche il sole ha avuto i suoi giorni buoni nonostante uno sviluppo, in confronto, ancora molto contenuto. A maggio, sempre secondo i dati di WeatherEnergy, grazie a giornate particolarmente soleggiate, il fotovoltaico ha soddisfatto il 100% della domanda elettrica delle case scozzesi dotate di pannelli solari in alcune città tra cui Edimburgo, Glasgow, Aberdeen e Inverness.

 

>>Leggi anche: L’eolico scozzese finanzia l’edilizia sociale<<

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *