• Articolo Washington, 27 gennaio 2012
  • Un rapporto dell'Agenzia Usa per l'energia eolica

    AWEA: 6.810 nuovi MW eolici nel 2011

  • Il 2011 ha segnato un aumento della potenza istallata di oltre 6,8 GW. I dati AWEA indicano buone prospettive anche per il 2012

(Rinnovabili.it) – Importanti i numeri del vento statunitense. La relazione pubblicata dall’AWEA indica che nel 2011 gli Usa hanno aumentato le istallazioni eoliche del 31% rispetto all’anno precedente. Sono stati registrati infatti 6.810 nuovi MW, 3.444 di questi solo nel quarto trimestre dell’anno spinti dall’imminente scadenza del pacchetto di incentivi elargito dal governo.

In cima alla classifica eolica, la California con 921 MW di capacità istallata nel 2011 seguita da Illinois, Iowa, Minnesota e Oklahoma. “Questo dimostra che l’energia eolica è in grado di realizzare nuovi progetti, alimentando le economie locali e creando nuovi posti di lavoro”, ha dichiarato Denise Bode, amministratore delegato dell’AWEA.

Per l’anno che verrà le proiezioni dell’Agenzia sono altrettanto positive con 8.300 nuovi MW previsti per il 2012 contando le centrali attualmente in costruzione, ma con il timore dell’imminente scadenza della Production Tax Credit (PTC) e quindi del taglio degli incentivi. L’estensione della PTC, di cui si sta discutendo, consentirà invece un ulteriore sviluppo del settore con la potenzialità di creare centomila nuovi posti di lavoro in quattro anni e fino a 500mila impieghi entro il 2030.

“In periodi di difficoltà economica stiamo creando posti di lavoro e una fornitura di elettricità pulita e conveniente” ha dichiarato la Bode “Ma noi perderemo tutti questi vantaggi per i consumatori e la possibilità di nuove aziende e nuovi marchi, con una crescita del settore manifatturiero se il Congresso permetterà la scadenza del PTC. Le aziende hanno bisogno di certezze. Ecco perché è urgente che il Congresso estenda il PTC adesso”.