• Articolo Cardiff, 8 maggio 2012
  • Un nuovo progetto eolico on shore

    Galles: il DECC dà il via libera all’eolico dei record

  • 76 turbine, 299 MW, 300 posti di lavoro faranno dell’impianto Vattenfall il maggiore di Galle e Inghilterra

(Rinnovabili.it) – Il Dipartimento dell’Energia e del Cambiamento Climatico britannico (DECC) ha approvato il progetto della svedese Vattenfall che consentirà la costruzione del più grande parco eolico del Galles e dell’Inghilterra. Realizzato nel sud del paese tra Neath e Aberdare, l’impianto autorizzato dal ministro dell’Energia Charles Hendry avrà una capacità istallata di 299 MW e sarà composto da 76 turbine che genereranno l’energia elettrica sufficiente a soddisfare le necessità di 200mila abitazioni ogni anno.

“L’eolico onshore svolge un ruolo importante nel migliorare la nostra sicurezza energetica”, ha detto Hendry “E’ la forma più conveniente  tra le energie rinnovabili e riduce la nostra dipendenza dai combustibili di importazione estera. Questo progetto in Galles del Sud porterà alla produzione di una grande quantità di energia elettrica da fonti rinnovabili e consentirà di fornire un pacchetto di significativi vantaggi per la comunità locale”.

Dal comunicato rilasciato dalla società svedese si evince inoltre che grazie alla costruzione dell’impianto, con un investimento di 300 milioni di euro, sarà possbile dare lavoro a circa 300 persone durante la fase di costruzione, che dovrebbe iniziare già dal prossimo anno, muovendo un giro d’affari di circa un miliardo di sterline.

“Questo progetto dimostra che gli investimenti nell’energia eolica on-shore sono in grado di essre produttivi in Galles nel breve e nel lungo termine”, ha detto Piers Guy, capo dello sviluppo eolico terrestre per Vattenfall nel Regno Unito. “Attraverso questo progetto ci sarà il sostegno alla realizzazione delle priorità nazionali e locali – creare posti di lavoro locali, fornire opportunità di apprendistato,  sostenere iniziative legate al turismo, ai servizi alle infrastrutture ci rende uno dei più significativi investitori nell’energia del vento del paese”.