• Articolo Santiago del Cile, 29 gennaio 2013
  • Un incontro tra Merkel e Morales

    Germania e Bolivia insieme per lo sviluppo dell’eolico

  • Durante un incontro a Santiago del Cile il presidente della Bolivia e la cancelliera tedesca si sono accordati per l’espansione eolica del paese sudamericano

(Rinnovabili.it) – La Germania si è offerta di trasferire alla Bolivia il know how eolico in suo possesso. Ad annunciare l’iniziativa il presidente Evo Morales, grato alla cancelliera tedesca Angela Merkel per la possibilità di crescita offerta alla nazione.

La Merkel e il presidente Morales si sono incontrati sabato scorso durante una conferenza della Comunità dei paesi dell’America latina e dei Caraibi e l’Unione europea, tenutasi a Santiago de Cile e, secondo quanto riferito dal governo del paese sudamericano, all’interno della nuova politica energetica verrà lasciato largo spazio all’energia eolica, utile per sfruttare un enorme potenziale stimato. Ad affiancare il vento anche lo sfruttamento di altre fonti energetiche rinnovabili come il solare, il geotermico, l’idroelettrico e la biomassa.

 

Dall’incontro è emersa la condizione privilegiata della Bolivia che ha a disposizione un grande potenziale energetico che deriva dallo sfruttamento di almeno otto diverse fonti rinnovabili secondo quanto riferito da un esperto di geotermia detto School of Mines, Università di Colorado Masami Nakagawa ad un seminario organizzato dalla Facoltà di Scienze Esatte e Ingegneria Università Cattolica boliviana. Un rapporto ha infatti messo in evidenza mostra che il 97 per cento del territorio boliviano è adatto per sfruttare l’energia dal sole ma che sono buone anche le condizioni di sfruttamento del potenziale dell’acqua e del vento per seguire il piano energetico presentato dal governo nel 2010, quando si decise di promuovere e rafforzare lo sviluppo di fonti alternative investendo in progetti specifici.