• Articolo Berlino, 8 maggio 2017
  • Germania: pietra miliare, l’85% dell’elettricità da rinnovabili

  • Le centrali a carbone lasciano il passo al boom di sole e vento. Agora Energiewende: “da qui al 2030 questa sarà la norma”

rinnovabili tedesche da record

 

(Rinnovabili.it) – Lo scorso 30 aprile la Germania ha stabilito un nuovo record nazionale nell’utilizzo delle energie rinnovabili: l’85% di tutta l’elettricità consumata è stato prodotto da fonti verdi come l’eolico, il fotovoltaico e l’idroelettrico. A comunicarlo è Patrick Graichen di Agora Energiewende (AE), il think-tank tedesco creato con il preciso obiettivo di sostenere la transizione energetica avviata da Berlino.

Un record raggiunto grazie ad un mix di fattori favorevoli, prime fra tutti le condizioni meteorologiche: un clima particolarmente ventilato al nord dove risiedono le grandi centrali eoliche e uno caldo e soleggiato al sud dove spopolano gli impianti solari.

 

“La maggior parte delle centrali elettriche a carbone non ha lavorato la domenica del 30 aprile”, spiega l’associazione “e le fonti rinnovabili hanno rappresentato (seppur per breve tempo) l’85% della fornitura elettrica di tutto il paese”. Una prima volta storica per la nazione dove il combustibile fossile assicura il 40% della produzione di elettricità.

Per circa 16 ore le centrali termoelettriche convenzionali a carbone e lignite hanno fornito una potenza di soli 8 GW, contro i 50 istallati sul territorio. Anche le centrali nucleari hanno tagliato l’apporto alla rete, cedendo il passo al boom di sole e vento.

 

Il miracolo delle rinnovabili tedesche

La media per la copertura delle rinnovabili, il 30 aprile e il successivo primo maggio, è stata di circa il 64% . Ma dalle 13 alle 15 di domenica la percentuale si è tenuta fissa all’85%, accompagnandosi per diverse ore a prezzi negati dell’energia sulla borsa elettrica. “Da qui al 2030, con l’ulteriore crescita delle rinnovabili sempre più indipendenti dai sussidi, giornate come il 30 aprile saranno perfettamente nella norma”, spiega il direttore di AE Patrick Graichen. “Le centrali elettriche non flessibili non hanno più nulla da dare al sistema attuale”.

 

>>Leggi anche: Eolico offshore senza incentivi per la 1a asta della Germania<<

 

In realtà il nuovo record è solo la punta di un trend quasi stabile per la nazione: le green energy stanno acquistando spazio e solo a marzo di quest’anno hanno fornito oltre il 40% dell’elettricità consumata dalla popolazione.

E malgrado la Germania rimanga nella pratica uno dei più forti sostenitori del carbone, in termini di sussidi concessi al settore, le rinnovabili si stanno facendo strada come le opzioni più convenienti Solo poche settimane fa, un’asta per alcuni progetti eolici offshore a largo delle coste tedesche, ha visto le prime offerte senza incentivi.

2 Commenti

  1. Roberto Sparla
    Posted maggio 26, 2017 at 7:16 pm

    fare l’85% di poco non rappresenta un numero significativo ed il titolo induce inerrore il lettore poco attento

    • stefania
      Posted maggio 29, 2017 at 5:58 pm

      Purtroppo non sempre nel titolo possono essere riportate tutte le informazioni. A scanso di equivoci sarebbe dovuto essere: “La Germania raggiunge un nuovo record di produzione di elettricità da rinnovabili nel weekend del primo maggio”, ma capisci bene anche tu che non è possibile. Tuttavia siamo convinti che i nostri lettori vadano oltre un titolo, esattamente come hai fatto tu.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *