• Articolo Rio de Janeiro, 29 agosto 2012
  • In occasione della terza edizione del Brazil WindPower

    Il Brasile stanzia 20 mld di dollari per l’eolico nazionale

  • Per aumentare la produzione di energia il Brasile ha stanziato aiuti economici per il settore eolico che puntano a raggiungere gli 8 GW di potenza istallata entro il 2016

(Rinnovabili.it) – Vento in poppa per il settore eolico brasiliano che, secondo solo all’energia idroelettrica per competitività, ha ottenuto dal governo un finanziamento di 20 miliardi di dollari da sfruttare entro il 2020. Ad oggi l’energia del vento non solo è più conveniente di quella generata dalle grandi centrali idroelettriche, ha detto all’Agencia Brasil l’amministratore delegato della brasiliana Wind Energy Association (Abeeólica), Elbia Melo.

Iniziati nel 2004, gli ammodernamenti del settore energetico brasiliano stanno portando il paese verso la sicurezza dell’approvvigionamento. I primi obiettivi puntavano all’istallazione di 6,7 GW di potenza sfruttando oltre al vento anche l’acqua e la biomassa mentre i nuovi progetti si stanno concentrando soprattutto sullo sfruttamento del vento.

In occasione del terzo Brazil WindPower, evento attualmente in svolgimento a Rio de Janeiro la cui chiusura è prevista per venerdì, Melo ha dichiarato: “lo scenario eolico è abbastanza favorevole in termini di prospettive future perché, oltre all’inserimento di questa fonte nel mix energetico, ha agevolato la crescita della catena di produzione di materiali di consumo nel suo complesso”.

Gli obiettivi del paese, sempre più ambiziosi, puntano dunque a raggiungere gli 8,4 MW di potenza eolica entro il 2016 il che significa il 5,4 per cento della matrice energetica brasiliana rispetto all’attuale 1,5 per cento.