• Articolo New York, 11 gennaio 2012
  • La BP si concentra sull'eolico statunitense

    Il riscatto della BP arriverà dall’eolico?

  • Una partnership che porterà alla costruzione di due impianti eolici quella siglata tra BP e Sempra che entro fine anno metterà in funzione turbine per 560 MW di potenza istallata

(Rinnovabili.it) – Il gigante del petrolio BP, tristemente noto per il disastro ambientale che nel 2010 danneggiò il Golfo del Messico a causa della falla nella piattaforma petrolifera Deep Horizon, ha firmato un accordo con la statunitense Sempra decidendo di investire nella realizzazione di due mega impianti eolici negli USA che conteranno una capacità istallata totale di 560 MW. I due parchi, Mehoopany in Pennsylvania e Ridge Flat Wind Farm 2 in Kansas, richiederanno un investimento complessivo di un miliardo di dollari e diverranno le maggiori centrali elettriche eoliche dei rispettavi paesi. I 141 MW che verranno istallati in Pennsylvania, ottenuti mediante il posizionamento di 88 turbine da 1,6 MW cadauna produrranno energia che verrà ceduta a due diverse compagnie energetiche mentre l’impianto del Kansas otterrà i suoi 419 MW grazie all’istallazione di 262 turbine.

John Graham, presidente e amministratore delegato di BP Wind Energy, ha rilasciato una dichiarazione dando il benvenuto al partenariato e sottolineando come il nuovo investimento sia la prova tangibile che la compagnia sia molto interessata alle energie verdi, interesse che si tradurrà in un impegno per la produzione di energia pulita a prezzi competitivi per i clienti. Con la previsione che entrino in funzione entro la fine dell’anno i due impianti, i cui lavori hanno avuto inizio lo scorso novembre, porteranno oltre ai vantaggi ambientali ed economici anche numerosi nuovi posti di lavoro per la popolazione locale.