• Articolo Roma, 1 dicembre 2011
  • I parchi eolici di EGP produrranno oltre 151 GWh di energia all’anno

    In Spagna e Portogallo il vento “soffia” a 66 MW

  • I 2 Paesi hanno recentemente inaugurato l’entrata in esercizio dei loro nuovi impianti da 38 e 28 MW

(Rinnovabili.it) – E’ stata recentemente inaugurata l’entrata in esercizio di 2 nuovi impianti eolici da 38 e 24 MW di potenza rispettivamente in Spagna e in Portogallo – lo riferisce una nota di Enel Green Power, che riporta i dati di produzione complessiva dei 2 impianti: oltre 151 GWh annui, in grado di soddisfare i consumi energetici di circa 55mila famiglie e di evitare l’emissione in atmosfera di 112mila tonnellate di CO2. In particolare, l’impianto ispanico di “Los Llanos” ha 19 turbine eoliche da 2 MW ciascuna, con una copertura energetica alternativa ai combustibili fossili di 35.700 TEP (tonnellate equivalenti di petrolio); il parco iberico di “Granujales” invece, è composto da 12 turbine da 2 MW ciascuna  – che con la recente aggiunta di altri 4 MW di potenza da parte di EGP, ha implementato la capacità totale dell’impianto da 24 a 28 MW – con una produzione di circa 50 GWh all’anno, in grado di  ridurre l’emissione in atmosfera di oltre 37mila tonnellate di CO2 all’anno.

Secondo Francesco Starace, a.d. di Enel Green Power: “L’entrata in esercizio di questi nuovi impianti eolici confermano l’impegno di Enel Green Power per lo sviluppo delle FER nel mercato spagnolo e portoghese. Il nostro scopo in questi Paesi è quello di mettere in esercizio i nostri progetti iscritti nel Preregistro, in linea con le scadenze pianificate e la crescita prevista del settore”.