• Articolo Teheran, 9 dicembre 2011
  • Il Paese è l'unico produttore di aerogeneratori di tutto il Medio Oriente

    Iran: turbine eoliche galleggianti per dare energia alle isole

  • Il governo iraniano, attraverso il proprio Istituto Nazionale di Oceanografia, sta valutando le potenzialità energetiche del vento che soffia a largo delle coste

(Rinnovabili.it) – Nonostante l’Iran vanti alcune delle migliori risorse eoliche della regione, il mercato nazionale del vento stenta a decollare. Stando ai dati del GWEC il paese, ad oggi, conta una capacità eolica istallata sul proprio territorio di 92 MW, nonostante un potenziale stimato di almeno 6.500 MW. Se le intenzioni per lo sviluppo del settore on-shore appaiono ancora poco definite, nei piani del Governo si palesa però un nuovo programma di sviluppo dedicato allo sfruttamento della risorsa off-shore.

Secondo quanto rivelato dal capo dell’Istituto Nazionale di Oceanografia iraniano, Saeed Mazaheri, Teheran intende progettare delle turbine eoliche galleggianti con cui fornire alimentazione elettrica a isole e coste. “L’Istituto Nazionale di Oceanografia dell’Iran si è concentrato sulla potenzialità dell’energia eolica in mare a partire da marzo 2011, poiché la condizione dei venti iraniani in mare aperto è decisamente megliore rispetto a quella che caratterizza le terre aride, in termini di potenza e tempi di liquidazione”, ha commentato Mazaheri. Il piano ovviamente possiede unicamente la firma del governo avendo quest’ultimo in mano tutto il settore elettrico, nonostante i diversi tentativi di privatizzazione del settore produttivo. Il know-how è comunque assicurato dal momento che l’Iran è attualmente l’unico produttore di turbine eoliche in Medio Oriente, fatto che sta aumentando la capacità industriale del paese e facilitando notevolmente la rapida espansione dell’energia eolica in tutta la regione.