• Articolo Seoul, 18 novembre 2011
  • Un piano energetico miliardario

    La Corea del Sud investe nelle rinnovabili

  • Per ridurre l’impatto ambientale del settore energetico la Corea del Sud ha deciso di investire per lo sviluppo e la diffusione delle energie rinnovabili

(Rinnovabili.it) – La Corea del Sud annuncia un piano energetico green del valore di oltre 23 miliardi di euro organizzato per riuscire a  ridurre le emissioni e cercare di scendere qualche gradino nella classifica mondiale dei grandi emettitori di cui al momento occupa  il nono gradino.

La nazione del sud est asiatico punta così ad ottenere il 10% dell’energia sfruttando fonti alternative e si è prefissata di raggiungere il nuovo target entro l’anno vantando un scomparto energetico che figura tra i cinque maggiori al mondo, come comunicato dal Ministero dell’Economia coreano.

Per ottenere degli ottimi risultati il governo si impegnerà finanziando il progetto con 11,7 miliardi di euro di investimenti cercando di stimolare al contempo la crescita del numero di investimenti provati. Dai dati si stima che entro il 2020 il programma avrà generato 133 miliardi di euro grazie ai proventi ottenuti grazie alle esportazioni, e circa 38 miliardi derivanti dalle vendite sul mercato interno con la conseguente creazione di 914.000 posti di lavoro.

Anche il settore privato ha comunicato di voler far parte della nuova ondata di investimenti green. Tra questi spicca la Korea Electric Power (Kepco) l’utility al 51% di proprietà statale che ha dichiarato di voler mettere in pratica l’imponente piano di sviluppo per l’eolico off-shore licenziato in questi giorni da Seoul. Il governo coreano ha deciso di ingranare la marcia sul fronte energetico e puntare ad integrare nella propria rete elettrica nuovi 2,5 GW di energia dal vento. Un progetto da 9 miliardi di euro per la realizzazione di una mega wind farm nelle acque poco profonde del Mar Giallo, a 30 km dalla costa sud occidentale del paese. Sul fronte tecnologico invece la Samsung, che ha dichiarato di aver stanziato 4,6 miliardi di euro da investire entro il 2021 nella realizzazione di un parco industriale green mentre la LG ha deciso di destinare 5,2 miliardi di euro al green business.