• Articolo Killarney, 5 ottobre 2012
  • In occasione della Conferenza di Killarney

    L’IWEA studia il potere eolico dell’Irlanda

  • Durante l’Assemblea annuale l’associazione rivela i propri piani di sviluppo dedicati alle rinnovabili finalizzati all’ottimizzazione della produzione eolica e all’esportazione energetica

(Rinnovabili.it) – La Irish Wind Energy Association (IWEA) ha redatto uno studio sul potere eolico dell’Irlanda scoprendo un potenziale da 30mila posti di lavoro entro il 2020, che potrebbe svilupparsi nel caso in cui il Governo attuasse una serie di riforme per l’industria.

In occasione della conferenza annuale che l’associazione sta tenendo a  Killarney è stato presentato il documento relativo all’esportazione e allo sviluppo della politica sulle rinnovabili per il paese. Tra le richieste rivolte al governo anche la necessità di rivedere gli obiettivi che puntano a raggiungere i 6 GW di potenza eolica esportata nel Regno Unito e i 4 GW destinati al mercato irlandese per dare spazio a nuovi posti di lavoro. Inoltre dall’IWEA l’idea di dar vita a sezioni dedicate alle rinnovabili all’interno delle agenzie di stato IDA Ireland, Enterprise Ireland e Forfás al fine di agevolare l’aumento degli investimenti nel settore delle green energy.

“L’Irlanda ha il potenziale e le risorse non solo per soddisfare i nostri obiettivi di energie rinnovabili, ma di aiutare altri paesi dell’UE a rispettare i loro. Ciò potrebbe portare alla creazione di numerosi posti di lavoro, opportunità nel settore R&S e maggiori investimenti”, ha detto l’amministratore delegato di IWEA, Kenneth Matthews.