• Articolo Montevideo, 7 dicembre 2012
  • Un nuovo finanziamento dell'IDB

    L’Uruguay aspetta 115 nuovi MW eolici

  • Grazie al finanziamento concesso dalla IDB, l’Uruguay può procedere alla costruzione di nuovi parchi eolici che contribuiranno a rendere più eterogeneo il mix nazionale

(Rinnovabili.it) – Il progetto uruguaiano di espandere la capacità eolica del paese sarà supporto dal finanziamento concesso dalla Inter-American Development Bank (IDB) ha approvato due prestiti per un totale di 107,7 milioni dollari utili per la costruzione di due nuovi impianti.

Grazie alla realizzazione del progetto sarà quindi possibile diversificare la matrice energetica nazionale riducendo così la dipendenza dalla fonte elettrica che durante la stagione secca costringe la nazione a produrre un quantitativo maggiore di energia sfruttando combustibili fossili che aumentano le emissioni climalteranti.

 

“Questi progetti saranno i primi due parchi eolici finanziati dalla IDB che si svilupperanno nell’ambito del programma lanciato dalla UTE, la compagnia statale di energia elettrica, per promuovere la partecipazione del settore privato nel settore delle energie rinnovabili”, ha dichiarato Jean-Marc Aboussouan, Direttore dell’unità della IDB responsabile dei grandi finanziamenti nel settore privato.

Il parco eolico “El Libertador” che verrà costruito nel dipartimento di Lavalleja costerà circa 66 milioni di dollari e sarà composto da 44 turbine eoliche mentre parco eolico Palmatir, collocato nel dipartimento di Tacuaremb, che ricevendo circa 42 milioni di dollari provvederà all’istallazione di 25 rotori. Insieme le fattorie del vento conteranno circa 115 MW di potenza istallata e riusciranno ad evitare il rilascio in atmosfera di circa 302mila tonnellate di CO2.