• Articolo Lisbona, 4 settembre 2012
  • Incentivi a chi investirà nel sistema elettrica nazionale

    Portogallo: settore eolico e governo si accordano su incentivi

  • Lisbona ha deciso di tagliare le sovvenzioni al settore del vento estendendo però la durata del suo regime di sovvenzioni dai 15 ai 20-22 anni

(Rinnovabili.it) – Il comparto eolico portoghese ha finalmente raggiunto un accordo con il governo per mantiene la stabilità giuridica dei contratti in corso e proteggere gli investimenti effettuati dal settore in un momento per l’economia così delicato. A rivelarlo è la società EDP Renewables in una dichiarazione inviata alla Comissão do Mercado de Valores Mobiliários spiegando che l’accordo prevede la conservazione della legge nota come 33-A/2005, che regola gli incentivi per i parchi eolici, ma offre anche la possibilità di un nuovo quadro legislativo in grado di tutelare sia il settore del vento portoghese che i consumatori. Il quadro in questione infatti consentirà una proroga ai 15 anni di feed-in- tariff previsti dalla legge di altri 5-7 anni.

Ciò avverrebbe in cambio di un pagamento annuo da parte degli sviluppatori che occupano l’opzione a partire dal 2013 fino al 2020; in altre parole i produttori eolici potranno fare un investimento volontario nel sistema elettrico nazionale per poter essere ammessi al nuovo periodo di incentivazione prolungato e l’investimento complessivo verrebbe utilizzato per ridurre i costi dell’energia portoghese. L’accordo è applicabile ovviamente solo agli impianti eolici che EDP Renewables chiama del “regime tariffario vecchio” normato dalla 33-A/2005.