• Articolo Londra, 18 marzo 2019
  • Regno Unito: l’eolico offshore produce più energia del nucleare

  • Il record arriva nella settimana in cui il Governo britannico ha firmato un accordo per aumentare a 30 GW entro il 2030 la capacità degli impianti offshore

eolico offshore ukI dati sulla produzione di elettricità nel Regno Unito segnano per la prima volta il sorpasso dell’eolico offshore sul nucleare.

 

(Rinnovabili.it) – La produzione di energia elettrica dell’eolico offshore nel Regno Unito ha superato quella delle centrali nucleari: il dato annunciato dalla compagnia di analisi e consulenza Aurora Energy Research si riferisce al periodo compreso tra l’8 e il 14 marzo, ma rappresenta comunque un record mai raggiunto nel Paese.

 

Le rinnovabili volano in UK, letteralmente: grazie al clima particolarmente ventoso delle ultime settimane, il comparto eolico ha garantito il 35,6% dell’intera produzione di elettricità nel Regno Unito di cui il 21,4% proveniente dagli impianti offshore. Nello stesso periodo, la seconda fonte di produzione elettrica è stato il gas naturale (31,2%), seguito dal nucleare (21,3%), le biomasse (6,7%), il carbone (2,6%), l’idroelettrico (1,8%) e altre fonti (0,8%).

 

>>Leggi anche Eolico europeo, il vento fornisce il 14% della produzione elettrica<<

 

Il record arriva casualmente proprio nella settimana in cui il Governo inglese ha firmato un accordo con le compagnie energetiche per aumentare la capacità degli impianti eolici offshore dagli attuali 7,9 GW a 30 GW entro il 2030. Un piano che dovrebbe creare anche 27 mila nuovi posti di lavoro specializzati.

A febbraio, il parco eolico più grande al mondo, l’Hornsea One, 75 miglia a largo della costa dello Yorkshire è entrato in funzione e ha cominciato a produrre energia: si stima che da solo, quest’impianto sarà in grado di soddisfare il bisogno energetico di 1 milione di case britanniche, ponendo il Regno Unito come uno dei leader europei nel settore dell’eolico.

 

“Grazie a una settimana particolarmente ventosa, il vento ha superato ogni altra fonte di energia – ha spiegato Emma Pinchbeck, vicedirettrice generale di RenewableUK – È un’ulteriore prova che il vento gioca un ruolo centrale nel rifornire di energia la Gran Bretagna nei periodi freddi dell’anno. Il nostro moderno mix energetico sta cambiando: con l’energia eolica a basso costo che sta diventando la spina dorsale del nostro sistema di energia pulita”.

 

>>Leggi anche In Cina l’eolico offshore è pronto a spiccare il volo<<

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *