• Articolo Lisbona, 23 febbraio 2018
  • Rinnovabili: così Porto Santo si trasformerà in una Smart Island

  • Renault e la società energetica EEM sono pronte a inaugurare nella piccola isola portoghese un ecosistema elettrico intelligente  a base di rinnovabili e tecnologia V2G

porto anto

 

Sustainable Porto Santo – Smart Fossil Free Island

(Rinnovabili.it) – La mobilità elettrica si configura sempre di più come elemento imprescindibile dallo sviluppo rinnovabile. Green energy e veicoli a batteria sono l’accoppiata vincente di molti degli ultimi progetti di generazione distribuita o autosufficienza energetica. Come quello condotto su una delle isole portoghesi dell’arcipelago di Madeira,  e dall’eloquente titolo Sustainable Porto Santo – Smart Fossil Free Island. Avviata dal governo locale, l’iniziativa mira a portare il contributo delle rinnovabili dall’attuale 15% al quota 30% nella produzione elettrica, affiancando alla crescita degli impianti una serie di misure per ridurre i consumi: illuminazione efficiente, tele management, smart grid.

 

Come parte dell’iniziativa, il gruppo automobilistico Renault e la società di produzione e distribuzione elettrica EEM (Empresa de Electricitade da Madeira) hanno firmato un accordo per dotare l’isola di un ecosistema elettrico intelligente. L’idea è di rendere energeticamente indipendente Porto Santo integrando la produzione di rinnovabili con l’elettromobiltà attraverso la tecnologia V2G, sistemi di ricarica bidirezionale che permettono ai veicoli elettrici di trasformarsi in sistemi di accumulo on-demand. “Il nostro obiettivo – spiega Eric Feunteun del gruppo Renault –  è quello di costruire un modello che possa essere trasferito su altre isole, eco-distretti e città, cercando allo stesso tempo di realizzare soluzioni su larga scala di soluzioni di mobilità elettrica accessibili a tutti”. Il progetto ha 18 mesi di tempo per realizzare questa visione.

 

In una prima fase, 20 abitanti passeranno ad altrettanti veicoli elettrici ( 14 ZOE e 6 ZE Kangoo) per i loro spostamenti quotidiani, sfruttando i 40 punti di ricarica, pubblici e privati, istallati sul territorio. A partire dalla fine del 2018, i mezzi intensificheranno la loro interazione con la rete grazie al supporto della tecnologia V2G. Una terza fase prevede di riciclare le batterie delle auto elettriche Renault giunte a fine vita come sistemi di accumulo stazionario per gli impianti solari ed eolici di Porto Santo.

L’isola sfrutterà la ricarica intelligente, un sistema in cui l’energia viene trasferita ad auto e rete in base alle necessità. Le batterie sono caricate quando la fornitura elettrica rinnovabile supera la domanda, mentre i veicoli forniranno energia nelle ore di punta.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *