• Articolo Madrid, 1 marzo 2012
  • Lo indicano le previsioni della REE

    Spagna: eolico da record copre il 21,7% della domanda

  • Nuovo record per la produzione eolica spagnola che nel mese di febbraio ha raggiunto quota 4.890 GWh

(Rinnovabili.it) – La produzione di elettricità da fonte eolica in Spagna ha rappresentato, nel mese di febbraio, circa il 21,7% della domanda di energia del paese. Un nuovo record quindi, quello segnato dai 4.890 GWh generati, per un valore economico calcolato pari a 260 milioni di euro, in grado di soddisfare le esigenze di un paese di superficie equivalente al Portogallo.

Secondo le cifre provvisorie diffuse dalla Red Eléctrica de España (REE), l’energia eolica si è piazzata al terzo posto nella classifica delle fonti energetiche più sfruttate nel mese, dopo gli impianti a carbone e il nucleare.

Un record che, probabilmente non a caso, coincide con uno dei momenti storici in cui il prezzo del petrolio è alle stelle.

Le turbine spagnole, con una media di 2 MW di potenza ciascuna, generano annualmente l’elettricità che si otterrebbe impiegando come combustibile 7.000 barili di greggio producendo un’entrata stimata in 260 milioni di euro invece che un esborso di circa 78 dollari a barile.

Oltre al guadagno economico l’utilizzo della fonte eolica per la produzione di elettricità ha permesso alla Spagna di evitare l’emissione in atmosfera di 1,8 milioni di tonnellate di CO2 nel solo mese di febbraio, equivalente a quanta anidride carbonica assorbirebbero 900mila alberi.