• Articolo Madrid, 31 maggio 2012
  • Accolte le richieste delle associazioni di settore

    Spagna, via le barriere all’autoconsumo green

  • Il Real Decreto 13/2012 rimuove gli ostacoli burocratici che fino ad oggi hanno dovuto affrontare i piccoli proprietari di impianti alimentati a fonti rinnovabili

(Rinnovabili.it) – Da oggi in poi autoprodursi la propria energia in Spagna sarà più facile. Tra gli emendamenti del Real Decreto 13/2012, il provvedimento che disciplina le nuove norme del settore elettrico, è contenuto anche l’esonero per i proprietari di impianti “green” destinati all’autoconsumo dagli obblighi di legge riservati ai produttori energetici. La nuova norma rimuove in questo modo uno dei grandi ostacoli che avevano limitato, burocraticamente parlando, la diffusione della micro generazione distribuita.

Fino a ieri, infatti, la legge spagnola riconosceva le figure di produttore e consumatore di energia separatamente, senza ammettere una figura “mista” e dunque assegnando anche ai produttori privati con un saldo netto i medesimi obblighi dei proprietari dei grandi impianti, come ad esempio la dichiarazione di registro iniziale dell’attività nell’albo dell’Imposta sulle attività economiche e il pagamento della tassa professionale. Il primo articolo della nuova legge stabilisce che “i produttori di energia elettrica, che siano persone fisiche o giuridiche hanno la funzione di generare energia elettrica, sia per uso proprio che per quello altrui”, ma che “in nessun caso hanno potranno avere lo status di produttori quei consumatori beneficiari di modalità uniche di approvvigionamento […] che acquistano energia per il proprio consumo”.