• Articolo Pune, 13 dicembre 2011
  • Sud Africa: approvati 135 MW eolici nell’Eastern Cape

  • Le turbine sono state scelte dalla Commissione per l’Ambiente per la realizzazione di un grande progetto eolico, nell’ambito del progetto Cookhouse

Il ministro della Repubblica Sud Africana per l’energia, Dipuo Peters, ha annunciato oggi di aver approvato nell’ambito dello strumento governativo Cookhouse, il progetto eolico di Suzlon Group situato nell’Eastern Cape.
Questo progetto utilizzerà le turbine Suzlon da 2.1 MW. Il progetto ha ricevuto l’approvazione da parte della Commissione Ambiente per l’installazione di un massimo di 200 turbine a vento; sufficiente ad alimentare oltre 88.000 abitazioni.
Suzlon ha annunciato la sua partnership con i paesi dell’Africa Clean Energy Development (ACED),
African Infrastrutture Investment Managers (società detenuta da Old Mutual Investment Group (Sud Africa) e Macquarie Capital) e AFPOC Limited, all’inizio di quest’anno.
Parlando dello sviluppo del progetto, il signor Thomas Donnelly, Direttore Generale – ACED, ha dichiarato: “Si tratta di un importante traguardo per il progetto, ACED e per il Sud Africa. Il Cookhouse segna un primo passo importante nella realizzazione di un portafoglio pari a circa 1 GW di energia rinnovabile nei prossimi tre anni, l’accordo con Suzlon, oltre a fornire energia pulita – ha un potenziale incredibile per lo sviluppo locale sostenibile, e la creazione di una maggiore occupazione economica”.
Il signor R. Tulsi Tanti, fondatore, Presidente e Amministratore Delegato delGruppo Suzlon, ha dichiarato: “Questa è un’ottima notizia per il Sud Africa e un primo passo concreto della South African Rinnovabili Initiative (SARI). Siamo estremamente orgogliosi di far parte della prima fase attuativa del Cookhouse progetto”.