• Articolo Berlino, 5 giugno 2017
  • Teleriscaldamento eolico, Berlino si scalda con il vento

  • La Vattenfall investirà 100 milioni di euro nel più grande progetto “power-to-heat” della Germania. Ad alimentarlo sarà il surplus di vicini parchi eolici

Teleriscaldamento eolico

 

Il teleriscaldamento di Berlino si converte all’eolico

(Rinnovabili.it) – Nel 2019, il riscaldamento domestico di uffici e abitazioni del quartiere Spandau di Berlino sarà quasi completamente eolico. Saranno, infatti, le wind farm tedesche ad alimentare il più grande progetto di “power to heat” (P2H) mai realizzato in Germania. A renderlo possibile ci penserà la svedese Vattenfall che ha annunciato oggi un investimento da quasi 100 milioni di euro per un nuovo impianto d’alimentazione urbano connesso alla rete di teleriscaldamento berlinese.

 

La centrale sarà composta da tre unità P2H da 120 MWth di potenza, in questo caso pompe di calore che utilizzano l’elettricità per estrarre energia termica dal terreno. “L’aspetto migliore riguardo alla possibilità di catturare energia dall’ambiente esterno – spiega lo stesso governo tedesco nella pagina web dedicata al piano energetico nazionale – è che per ogni chilowattora di energia elettrica necessaria per far funzionare la pompa di calore, possono essere generate diverse chilowattora di calore. Quindi, se si desidera convertire l’elettricità in calore, questa tecnologia è sicuramente la strada da percorrere”. Se le macchine venissero anche combinate con una buona unità di stoccaggio termico, si potrebbe aumentare ulteriormente l’efficienza del sistema.

 

>>Leggi anche: Pompe di calore, quanto si può risparmiare?<<

 

La centrale utilizzerà per lo più il surplus elettrico proveniente dalle vicine fattorie eoliche ma integrerà anche delle caldaie a gas naturale convenzionali (per altri 120 MW termici) al fine di mantenere alta l’operatività del teleriscaldamento. I lavori di costruzione inizieranno in autunno e, a regime (a partire dal 2019), l’impianto andrà a prendere il posto di una delle unità della centrale fossile di Reuter ormai prossima alla pensione

 

All’interno della transizione energetica verso le fonti rinnovabili, abbiamo bisogno di un cambiamento non solo nell’elettricità ma anche nel riscaldamento”, ha commentato Gunther Müller, portavoce della Vattenfall. “Il nostro teleriscaldamento sarà un giocatore importante nella transizione energetica di Berlino. Questo investimento è spettacolare nella sua dimensione”. La società replicherà l’iniziativa nella città tedesca con l’obiettivo di aiutare la capitale a rendersi carbon free a partire da 2030.

>>Leggi: Eolico offshore senza incentivi per la prima asta della Germania<<

Un Commento

  1. Antonio
    Posted giugno 6, 2017 at 3:37 pm

    Vorrei maggio inf per un IMP eolico

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *