• Articolo Nukuʻalofa, 23 maggio 2013
  • Un progetto apprezzato anche dalla Figueres

    Tonga istalla la sua prima turbina eolica

  • Abbandonare i combustibili fossili significa affidarsi ad altre fonti energetiche. Tonga guarda al futuro affidandosi all’eolico con una nuova pala da 11 kW

(Rinnovabili.it) – Per combattere la dipendenza dalle fonti energetiche fossili l’isola Tonga ha deciso di affidarsi alle rinnovabili dichiarando di voler avviare al più presto la sua prima turbina eolica. Il rotore, della potenza istallata di 11 kW, è posizionato nel villaggio di Nakolo e verrà messo in funzione entro il mese di maggio.

L’operatore energetico Tonga Power ha comunicato che la turbina genererà 27.000 kWh di elettricità, abbastanza da coprire il fabbisogno energetico di 23 abitazioni della zona. Il paese fino ad oggi ha cercato di ridurre il consumo di petrolio affidandosi per quanto possibile all’energia del sole. Il paese vanta infatti un parco solare della potenza istallata di 1,3 MW e sta lavorando insieme alla Masdar di Abu-Dhabi per la realizzazione di una centrale con potenza 500 kW sull’isola di Vava’u.

Il project manager Seti Chan ha specificato che la velocità media del vento delle isole Tonga varia dai 6 ai 9 metri al secondo, un grande potenziale da sfruttare che potrebbe invertire le sorti energetiche del paese. La turbina di Nakolo servirà infatti come banco di prova per capire quali siano veramente le possibilità produttive dell’area, con l’intenzione di dar vita a nuovi progetti eolici con dimensioni maggiori. Chan ha inoltre aggiunto che spera il progetto possa attrarre finanziamenti internazionali in modo da riuscire a sviluppare ulteriormente la tecnologia sull’isola di Tonga ha concluso Chen.

Il progetto, primo passo verso un futuro a basse emissioni per l’isola, è stato anche annunciato da Christiana Figueres, Segretario dell’UNFCCC, che ne ha sottolineato l’importanza per la nazione.