• Articolo Londra , 14 dicembre 2012
  • Nuove promessa dall'offshore britannico

    Il London Array a pieno regime entro la primavera

  • Il parco eolico offshore dei record prevede di ottenere la piena potenza entro la primavera 2013, mentre continua il collegamento dei rotori alla rete elettrica nazionale

(Rinnovabili.it) – Gli sviluppatori del più grande parco eolico offshore del mondo, il London Array, 2 miliardi di sterline di valore, hanno confermato che sono sulla buona strada per raggiungere la piena potenza durante la prossima primavera, visto che ormai sono state posizionate tutte le 175 turbine previste dal progetto per un totale di 630MW istallati. Situato nell’estuario del Tamigi, il London Array è frutto di una joint venture tra la Dong Energy, E.ON, e Masdar che ieri hanno confermato di aver collocato ormai tutte le turbine, 55 delle quali stanno fornendo energia elettrica alla rete mentre le 120 pale rimanenti saranno collegate al sistema nazionale entro i prossimi mesi.

 

“Il London Array sarà presto la più grande fattoria eolica offshore operativa in ​​tutto il mondo”, ha detto Benj Sykes, capo della divisione Eolico della Dong Energy UK. “Costruire parchi eolici off-shore di queste dimensioni, e più grandi in futuro, ci permette di raccogliere i vantaggi della scala ed è un elemento importante della nostra strategia per ridurre il costo dell’energia.”

 

Ma un nuovo accordo potenzierà ancora di più il ruolo dell’impianto. La Crown estate ha infatti firmato un accordo con la National Rail ottenendo di poter attraversare i binari della ferrovia con i cavi elettrici collegati al parco eolico, in modo da riuscire a collegarli alla rete, progetto che fa parte della fase 3 di sviluppo della centrale eolica.