• Articolo Taormina, 30 marzo 2012
  • In occasione del Forum economico di Taormina

    Un “Tavolo per l’Energia” tra Enel e Confagricoltura

  • Accordo quadro tra la società energetica e la confederazione per la promozione delle energie rinnovabili più idonee al comparto agricolo

(Rinnovabili.it) – Esiste  una storia di collaborazioni tra Enel e Confagricoltura, nata dalla volontà di sostenere la competitività del settore agricolo, garantendo contemporaneamente l’eccellenza in materia di efficienza energetica. Per rafforzarne le fibre naturali, il presidente di Confagricoltura, Mario Guidi, e l’amministratore delegato di Enel, Fulvio Conti, hanno stretto oggi un nuovo accordo quadro. La neo-intesa è stata firmata a Taormina in occasione del Forum economico dell’Organizzazione degli imprenditori agricoli e mira allo sviluppo congiunto delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica. Insieme i due partner daranno vita a sinergie sul tema delle eco-energie più idonee al comparto agricolo, valutando le opportunità legate al fotovoltaico, al minieolico, al biogas, alle biomasse. Dal canto suo, Enel offrirà alle aziende della Confederazione il sostegno tecnico e commerciale, indirizzando la scelta degli impianti in base alle specifiche caratteristiche territoriali e supportando le attività di connessione alla rete delle istallazioni.

“Le agroenergie – ha dichiarato Mario Guidi – sono un’attività economica fondamentale, in grado di produrre reddito ed occupazione, ma svolgono anche un’importante funzione in termini ambientali e nel mantenimento del tessuto agricolo sul territorio. Inoltre, nella misura in cui le filiere sono alimentate da materie prime agricole nazionali, possono aumentare il grado di auto approvvigionamento energetico del Paese”.

Parte attiva dell’accordo sarà anche la collaborazione mirata alla valorizzazione dei sottoprodotti agricoli, al recupero a fini agro-energetici dei terreni incolti, a progetti pilota sui temi dell’efficienza energetica, delle Smart Grids e della mobilità elettrica per il trasporto di persone e merci nelle aree agricole. I protocolli operativi del progetto saranno preparati da un “Tavolo per l’Energia”, istituito ad hoc nell’arco dei prossimi due mesi al fine di analizzare le situazioni specifiche, mentre uno “Sportello qualità” fornirà un costante raccordo tra le aziende agricole e il servizio fornito da Enel.