• Articolo Marrakech, 27 marzo 2012
  • Un accordo annunciato a Marrakech

    Un accordo italo-africano per rafforzare l’eolico

  • Dall’intesa stretta tra Italia e Africa nasce il progetto a supporto dello sviluppo e della diffusione del know how e delle tecnologie eoliche

(Rinnovabili.it) – Scienziati europei e africani hanno deciso di stringere un accordo al fine di potenziare e promuovere la collaborazione e la ricerca nel campo dell’energia eolica. Supportato dall’Associazione Internazionale per l’Ingegneria del Vento (IAWE), l’Euro-African Wind Energy Association ha lanciato il progetto durante una conferenza a Marrakech, in Marocco, all’inizio del mese. Claudio Borri, presidente dell’Associazione con sede in Italia (Alexander von Humboldt Alumni Association), e rappresentante regionale del IAWE per l’Europa-Africa, ha specificato che l’IAWE ha voluto promuovere l’ingegneria eolica nella regione per assistere e supportare organizzazioni regionali e nazionali.

Una volta istituita ufficialmente, la nuova associazione avrà il compito di stimolare legami più stretti tra i settori di spicco in entrambi i continenti, esaminando la creazione di nuovi progetti e iniziative comuni comprese conferenze e workshop.

“L’energia rinnovabile è uno dei problemi principali per entrambi i continenti” ha dichiarato il presidente della Conferenza, Soudi Abdelhadi, aggiungendo che “Una tale associazione è in grado di creare collegamenti e comunicazione per stimolare lo scambio di idee e di esperienze tra ricercatori provenienti da diversi istituti di continenti confinanti”.

Presentando il progetto Mohamed Aabass, ricercatore presso la Facoltà di Scienze e Tecnologie Gueliz della Caddi Ayyad University, Marocco, ha dichiarato che potrebbe anche risollevare le sorti e le opinioni relative al mercato energetico africano visto che molti credono che “l’Europa abbia solo bisogno dell’energia pulita africana senza intenzione alcuna di trasferire le metodologie per istruire e formare i ricercatori africani e gli ingegneri. “