• Articolo Eindhoven, 27 luglio 2012
  • Energie rinnovabili in cucina

    Un po’ di vento e l’olio è fatto

  • Produce olio di buona qualità solo grazie al vento la Wind-Oil progettata dallo studente olandese Dave Hakkens

(Rinnovabili.it) – Produrre olio di buona qualità in casa può essere faticoso se si ricorre alla tradizionale spremitura a mano. A risolvere il problema ci pensa Dave Hakkens, studente alla Design Academy di Eindhoven, in Olanda. Con l’intenzione di unire praticità ed ecologia, Hakkens ha disegnato e sviluppato Wind-Oil, una macchina per la spremitura dell’olio che funziona sfruttando la forza del vento. I pochi e semplici elementi che compongono ogni unità riescono perfettamente a soddisfare le necessità casalinghe, permettendo a Wind-Oil di effettuare la spremitura a freddo di noci e semi, come arachidi, sesamo, semi di lino o nocciole, grazie alla forza che l’energia eolica imprime su una vite senza fine.

L’olio ottenuto viene quindi raccolto in bottiglie di vetro, rigorosamente riutilizzabili, chiuse con un tappo di sughero ed etichettate. Una sorta di piccolo mulino a vento, semplice ed economico, che permetterà a chiunque di estrarre olio sano da semi e noci; la polpa rimanente, ricca di proteine, potrà invece essere aggiunta a salse e pietanze, o utilizzata per alimentare animali o piante.