• Articolo Berlino, 20 settembre 2012
  • Progettazione biomimetica

    Una lezione preistorica per l’energia del vento

  • L’aerodinamicità delle pale si ispira al profilo dorsale degli stegosauri per incrementare l’efficienza dell’aerogeneratore

(Rinnovabili.it) – Quando si tratta di progettazioni eoliche, madre natura sembra essere una continua fonte d’ispirazione. Dopo aver visto pale disegnate come fossero pinne di balene o turbine spuntare dalla cima di abeti, è arrivato il momento di fare un salto indietro nel tempo fino all’era dominata dai dinosauri. Sì perché è proprio a questi giganteschi rettili che si ispira il nuovo design targato Siemens per lame eoliche più efficienti. Nel dettaglio la società ha presentato in questi giorni due differenti progetti, ma accomunati fra loro dall’intenzione biomimetica e dal miglioramento dell’aerodinamica delle pale.

Il primo è stato battezzato DinoTails nome giustificato dal fatto che il profilo alare della pala eolica è provvisto di una seghettatura che si ispira alle placche dorsali dello stegosauro. La soluzione prototipale permetterebbe, oltre ad incrementare l’efficienza delle turbine, anche di ridurre l’inquinamento acustico; lo speciale design infatti rende più fluido lo scorrimento d’aria riducendone la rumorosità.

Il secondo progetto è stato battezzato con il nome  di DinoShells ed è un dispositivo a forma di pala per la neve che ha il compito di estendere la forma della lama, nel punto dove si congiunge con l’albero aumentando la produzione di energia fino all’1,5% rispetto a un modello convenzionale.