• Articolo Washington, 22 dicembre 2011
  • Un annuncio del ministro Usa Salazar

    USA: approvati 500 MW eolici e pv

  • Continua la manovra energetica statunitense: su suolo pubblico verranno istallati 500 MW di potenza eolica e fotovoltaica

(Rinnovabili.it) – Il futuro energetico degli Stati Uniti ha in serbo grandi progetti per le rinnovabili. Il Dipartimento degli Interni ha annunciato l’organizzaziione di progetti solari ed eolici per una capacità totale istallata di 500 MW da realizzare sul suolo pubblico. Procede quindi a grandi passi la svolta energetica statunitense, che mette al primo posto la produzione di energia da fonte eolica pensando anche ad una nuova generazione di parchi eolici off shore da realizzare a largo delle coste.

Il Segretario della Interni, Ken Salazar, ha approvato il Sonoran Solar PV Project ovvero il piano per la realizzazione di un impianto solare fotovoltaico da 300 MW che verrà costruito in Arizona, pianificato da una società controllata di NextEra Energy Resources; il progetto eolico Tule da 186 MW di potenza, proposto per essere costruito 70 chilometri a est di San Diego è stato invece ideato da una società controllata del colosso energetico spagnolo Iberdrola Renewables. L’insieme dei progetti porterà alla produzione di energia green in grado di soddisfare i bisogni di almeno 150mila abitazioni e andrà a creare fino a 700 nuovi posti di lavoro in fase di costruzione.

“Abbiamo fatto progressi costanti e rapidi nella realizzazione delle iniziative del Presidente Obama per un rapido passaggio ad una produzione responsabile e su larga scala di energia rinnovabile sul suolo pubblico”, ha detto Salazar in un comunicato. “Abbiamo approvato 25 progetti green negli ultimi due anni tra cui impianti solari, eolici e geotermici che stanno generando nuovi posti di lavoro rafforzando le economie locali e ponendo le basi per un fututro energetico sostenibile.

“Insieme, questi progetti produrranno l’equivalente di energia pulita generata da quasi 18 centrali a carbone, per cui quello che sta succedendo qui è a dir poco di una rivoluzione dell’energia rinnovabile”.