• Articolo Washington, 2 marzo 2012
  • Steven Chu ha annunciato stamane il progetto che durerà 6 anni

    Usa: dal DOE 180 mln per l’eolico offshore

  • Il DOE ha annunciato un finanziamento della durata di 6 anni per lo studio delle potenzialità eoliche offshore e per la costruzione di nuove centrali fuori costa

(Rinnovabili.it) – Nuovi progetti eolici offshore per le coste statunitensi. Lo annuncia il DOE, che mette a disposizione di nuovi piani energetici ben 180 milioni di dollari che serviranno ad accelerare la diffusione delle rinnovabili nel paese.

Come parte del più ampio progetto del presidente Obama, l’iniziativa, che avrà una durata di 6 anni, è stata annunciata stamane dal Segretario del Dipartimento dell’Energia (DOE) Steven Chu. Durante la prima fase saranno messi a disposizione 20 milioni di dollari, che verranno impiegati per la costruzione di 4 innovativi impianti eolici a largo delle coste Usa. In questo modo, si garantirà al paese la diversificazione delle fonti e l’aumento della produzione di energia generata da fonte rinnovabile, cercando di rimettere in moto l’economia del paese creando nuovi posti di lavoro, sia in fase di realizzazione delle centrali sia per il funzionamento e la manutenzione.

“Sfruttare le vaste risorse energetiche della nostra nazione è una parte importante del progetto del presidente Obama per una economia americana che punta ad utilizzare tutte le risorse energetiche americane”, ha detto il segretario Chu. “La nuova iniziativa legata all’energia eolica off-shore annunciata oggi aiuterà a catalizzare lo sviluppo dell’energia eolica offshore in America, anche a supporto degli innovatori degli Stati Uniti che stanno cercando di diffondere il design e delle tecnologie di nuova generazione di energia eolica. Questi investimenti sono fondamentali per garantire all’America di rimanere sempre più competitiva a livello globale in questo settore, in grado di pilotare nuovi processi di fabbricazione, lavori di costruzione, installazione e il funzionamento di tutto il paese” ha concluso il segretario.

Negli Stati Uniti infatti il potenziale dell’eolico offshore è stato stimato in 4.000 GW che aiuteranno il paese a raggiungere gli obiettivi ambientali, energetici e di riduzione delle emissioni.